LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Strage di Porzs, pasticcio storico. Gli errori degli esperti ministeriali che copiano Wikipedia
di DINO MESSINA
27 mag 2010 Corriere Della Sera

Un pasticcio. Non si pu definire altrimenti la vicenda che ha portato la Direzione per i Beni culturali e paesaggistici del Friuli Venezia Giulia a dichiarare un bene di interesse culturale la Malga Porzs, il luogo in provincia di Udine diventato il simbolo delleccidio dei partigiani cattolici della brigata Osoppo per mano dei comunisti dei Gap. I reduci combattenti di ispirazione cattolica attendevano da decenni questo atto, che prelude a una qualifica di monumento nazionale attraverso un decreto del presidente della Repubblica. Ma le motivazioni storiche che accompagnano latto sono frutto di una superficiale consultazione di Internet e, come ha fatto notare ieri Paolo Simoncelli sulle pagine culturali di Avvenire, sono piene di strafalcioni, oltre a sottintendere un giudizio storico che poteva andare bene alla vulgata marxista degli anni Settanta.

Il primo a denunciare il caso stato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Carlo Giovanardi, che gi il 9 maggio aveva organizzato con la partigiana cattolica Paola Del Din una conferenza stampa in cui tra laltro si sottolineava che la relazione ministeriale, a firma della dottoressa M. C. Cavalieri e del direttore regionale del ministero, larchitetto Roberto Di Paola, stata in alcune parti copiata (male) da Wikipedia. Gli attori di questo scontro scritto nellenciclopedia online Wikipedia operarono in un contesto storico internazionale conseguente alle suddivisioni di confini (la prospettata "Zona Libera Orientale" e quella che sar definita Linea Morgan) e di sfere di influenza degli Alleati a seguito degli Accordi di Yalta. Il documento ministeriale replica: Questa tragedia si colloca in un contesto storico internazionale piuttosto complesso, conseguente alle prospettate suddivisioni di confini ("Zona Libera Orientale", "Linea Morgan") e alle sfere di influenza degli Alleati a seguito degli Accordi di Yalta. Sar anche un caso, o amore per il luogo comune, che il documento ministeriale definisca leccidio di Porzs, proprio come Wikipedia, uno degli episodi pi controversi della Resistenza italiana?

Se c un episodio della Resistenza assai poco controverso ha commentato Simoncelli la strage di Porzs. Ma soprattutto lo storico, uno specialista di queste vicende, ha gioco facile a far notare che leccidio di Porzs (7-20 febbraio 45) non poteva essere conseguente n alla conferenza di Yalta, tenutasi come dicono tutti i manuali dal 4 all11 febbraio, n alla definizione della linea Morgan (Belgrado, 9 giugno 1945).

Non a caso ieri il ministro per i Beni culturali, Sandro Bondi, resosi conto del pasticcio, ha assicurato il collega di governo Giovanardi che dar lincarico a uno storico vero di riscrivere la relazione che accompagna il decreto. Una relazione in cui, auspica Simoncelli, in bibliografia accanto al testo del marxista Roberto Battaglia, Storia della Resistenza italiana (Einaudi, 1953), compaia anche Il giorno nero di Porzs di Sergio Gervasutti, che racconta bene il casus belli che giustific lazione di Mario Toffanin (cos allunisono Wikipedia e la relazione storica ministeriale), cio la storia di una delle vittime: Elda Turchetti, accusata di spionaggio a favore dei tedeschi scrive Simoncelli consegnata ai partigiani cattolici che lavevano s processata ma assolta.

Il documento ministeriale datato 18 gennaio 2010, ma dopo molte insistenze, racconta Giovanardi, sono riuscito a leggerlo soltanto agli inizi di maggio. Ero interessato perch un amico di Udine, Paolo Montagnese, mi aveva avvertito che qualcosa si stava muovendo e speravamo che il 25 aprile avremmo potuto annunciare lufficializzazione della Malga Porzs quale luogo di interesse culturale. Quando ho letto il documento, in ritardo rispetto allanniversario della Liberazione, sono trasecolato.

A parte luso disinvolto di Wikipedia, che un utile strumento, ma pu rivelarsi unarma a doppio taglio, come ha denunciato Umberto Eco al recente Salone del libro di Torino, Carlo Giovanardi individua una motivazione ideologica dietro la sciatteria storica. In quelle terre dice il sottosegretario, che si definisce "democristiano per sempre" ancora in atto un conflitto tra la destra e la sinistra nostalgiche. A farne le spese sono gli unici che hanno combattuto veramente per la libert, cio i partigiani cattolici, antifascisti e contrari allannessione alla Jugoslavia. Fu scritta da loro la pagina pi bella della Resistenza ma ancora oggi stentano a essere riconosciuti.



news

15-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news