LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Quando l'archeologia distrugge il Vittoriano
Intervista al soprintendente Di Paola
Il Tempo 06-AGO-2004


Troppe energie nella valorizzazione del patrimonio archeologico romano, a scapito di altre epoche ugualmente ricche. Troppi errori nel programmare restauri e iniziative. Il soprintendente Di Paola dice la sua sulla tutela dei tesori di Roma


Il soprintendente Roberto Di Paola presenta il suo progetto per i grandi spazi espositivi di Palazzo Barberini e di Palazzo Venezia
Voglio un museo pi bello del Louvre



S. Caporilli
DIRETTORE Generale dei Beni Culturali d'Abruzzo, stato nominato ieri, il professor Roberto di Paola, finora soprintndente ai beni ambientali, architettonici, artistici, storici e demoetnoantropologici di Roma.
Sulla terra di confine tra il termine di una carriera e l'inizio di un'altra Di Paola tira le somme e traccia il bilancio di due anni e mezzo tra le sale della Soprintendenza in via San Michele.
A quando risale la carica di soprintendente?
Aprile 2001, prima ricoprivo il ruolo di Ispettore Centrale. Forte delle esperienze alla Soprintendenza di Ravenna e delle Pugli.
L'approdo romano?
Una carriera, qui a Roma, iniziata con fatica. La principale quella di gettare le basi della nuova soprintendenza di tipo "misto": che accorpasse i beni artistici e ambientali con quelli architettonici. Abbiamo imbarcato trentacinque persone - come si dice - con "i vestiti che avevano addosso", che provenivano da Castel Sant'Angelo e da Palazzo Venezia.

Il bilancio?
Il risultato, dopo tre anni, piuttosto soddisfacente: in linea con i programmi, stiamo completando gli appalti del 2004.
DI quali aspetti si occupato? D un'infinit: dalla manutenzione di Castel Sant'Angelo e di Palazzo Corsini, di Palazzo Barberini, in collaborazione con il Polo Museale, alla progettazione preliminare di Palazzo .Venezia che verr presentata a settembre.

La destinazione di Palazzo Barberini?
Diventer Museo Nazionale, al pari dei grandi musei intemazionali.

Cosa diventer Palazzo Venezia?
Il progetto preventivo di Palazzo Venezia prevede la costituzione di un Museo delle Arti Applicate con collezioni di monete e di armi, ora conservate nei depositi del Palazzo. Un progetto che prosegue i lavori iniziati nel 1933, settanta anni fa dallHermanin e interrotti in seguito alla volont di Mussolini di porre l dentro i pro-pri uffici.

Quando termineranno i lavori del futuro Museo delle Arti Applicate-Palazzo Venezia?
Orientativamente nel 2007-2008.

Castel Sant'Angelo a cosa sar destinato?
A essere il museo di se stesso. Sar arricchito di servizi informatici e quelli mirati alla sicurezza. Castel Sant'Angelo deve raccontare al pubblico 2 mila anni di storia.

Altri lavori?
Sessanta restauri l'anno tra mobili e immobili, dal Quirinale al Senato: opere di manutenzione per la tutela del patrimonio artistico. Abbiamo evitato tragedie e crolli, vedi quello recentissimo della chiesa di Sant'Ignazio.

A quanto ammonta il budget della Soprintendenza?
A circa sei milioni di euro l'anno, per tutto il territorio di Roma e per cinquanta funziona-ri: una somma risibile. Per la mancanza di fondi non si pu riparare il. soffitto dell'Ara Coeli, che gronda acqua da venti anni. I rocciatori, annualmente, si arrampicano e mettono teli per limitare i danni. Negli anni Ottanta del secolo scorso per il solo Vittoriano erano stati destinati 50 milioni in lire, altri 50 erano per Roma Capitale.

Quanti euro servirebbero?
Cinquanta milioni, in euro stavolta ed esclusi i fondi per i progetti murati, come il ripensamento di Palazzo Venezia o del Vittoriano. Per il Museo Nazionale di Palazzo Barberini stato fondamentale l'aiuto di uno sponsor privato, la Lottomatica.

Quali beni si privilegiano?
La Roma archeologica, come se il direttore di un ospedale indirizzasse i soldi solamente nei funerali, trascurando tutto il resto, cos facendo il patrimonio che sotto il cielo va in rovina. I risultati di questi interventi di archeologia non sono sotto gli occhi di tutti. Un esempio? il Colosseo: i cancelli sono fatti in tubi innocenti, come le chiusure dei fornici. Dovremmo iniziare a chiederci dove siano stati spesi i 40 miliardi finanziati dalla Banca di Roma. Ma non basta, perch l'archeologia medievale stata messa in un angolo.

Un'archeologia che dimentica l'archeologia medievale?
Viene il dubbio che in questo modo ci sia una preclusione al patrimonio cristiano, relegato nuovamente alle catacombe, peraltro di competenza Vaticana.

Una scelta?
La scelta di evitare sciente-: mente e metodicamente le ricerche paleocristiane. Il risultato sono le reti da polli, addossate, lungo via dei Fori imperiali a ridosso della Colonna Traiana.

Per quale motivo?
Una scelta del Sovrintendenza ai Beni Archeologici. Adriano La Regina e il Sovrintendente Lai Rocca che hanno concentrato l'attenzione su attivit ristrutturative e distruttive: via dei .Fori Imperiali, via Alessandrina, il Porto di Ripetta

Il sovrintendente La Rocca?
Ricordo il suo discorso al Vittoriano, in occasione del Natale di Roma - alla presenza del sindaco di Roma Walter Veltroni, di voler "distruggere il Vittoriano".
Distruggere il Vittoriano?
Il discorso si intitolava "Distruzione del Vittoriano", che ancora in piedi. E come se la cultura archeologica di Roma avesse paralizzato i lavori per pi di venti anni.



news

19-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 19 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news