LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

RODI GARGANICO— Rodi abbatterà il suo ecomostro
CORRIERE DEL MEZZOGIORNO 14 apr 2010 Bari






RODI — Il Comune ha ordinato alla società Roccamare la demolizione dell'omonimo fabbricato entro 90 giorni dall'emissione dell'ordinanza del 10 marzo scorso. Vedi pagina 9
RODI GARGANICO— La società Roccamare dovrà demolire entro i primi giorni di giugno (90 dall’ordinanza del 10 marzo scorso) l’«ecomostro» di Rodi Garganico. Lo ha ordinato Carmine D’Anelli, sindaco del comune garganico. E il Wwf esulta: «Per noi— ha spiegato Carlo Fierro, presidente del Wwf di Foggia— è un giorno molto importante, che difficilmente ci scorderemo. Quella contro questa struttura edilizia è una battaglia che conduciamo da tempo insieme ai cittadini confinanti. Si tratta di un edificio edificato a grezzo in area ad alto valore paesaggistico e panoramico, ameno di 50 metri di distanza dal mare, già sottoposto dal 2002 a sequestro giudiziario preventivo. La costruzione rappresenta un pericolo per la pubblica incolumità perché sorge in zona sottoposta a vincolo idrogeologico e paesaggistico e di salvaguardia costa totalmente inedificabile, perimetrata, nel programma di fabbricazione di Rodi, come Zona Franosa I». Per queste e altre illegittimità, nel novembre del 2006, la provincia di Foggia, accogliendo l’istanza presentata da Wwf Foggia e Legambiente Puglia, annullò la concessione edilizia relativa rilasciata dal Comune di Rodi. Di conseguenza, sulla base delle disposizioni del Dpr 380/2001, si deve procedere anche alla demolizione della costruzione. Inoltre, sempre in relazione alla Roccamare, il 23 ottobre 2008 il tribunale di Lucera emise una sentenza di condanna nei confronti dei responsabili della realizzazione e la confisca del manufatto ai fini della demolizione. «Per la lotta all’abusivismo nel Gargano — ha aggiunto Fierro — si tratta di una bella notizia. L’ordine di demolizione emesso dal comune di Rodi è un provvedimento che abbiamo più volte sollecitato. La demolizione dovrà essere effettuata nei tempi previsti, altrimenti il fabbricato potrebbe essere aquisito dal Comune di Rodi. L’auspicio è che tutto proceda nel più breve tempo possibile. La demolizione della Roccamare costituirebbe nel Gargano un’importante novità. Sarebbe un severo avvertimento contro il fai da te urbanistico, dettato esclusivamente da interessi privati che, utilizzando false rappresentazioni grafiche, ruotando allineamenti e spostando limiti, ottiene la concessione edilizia semplicemente spostando dove non danno fastidio la rappresentazione sui documenti progettuali di zone franose o con altri vincoli. Qualora la società Roccamare non proceda alla demolizione e al ripristino dei luoghi, la costruzione e la relativa area saranno, in termine di legge, acquisite di diritto e gratuitamente al patrimonio del comune di Rodi. È necessario iniziare i lavori al più presto per evitare spiacevoli conseguenze e per restituire alla città bianca di Rodi Garganico il fascino del suo mare pulito e limpido e il suo panorama suggestivo».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news