LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

IRAQ: ALLARME ALL'UNESCO PER PATRIMONIO ARCHEOLOGICO /ANSA
(ANSA). 07/02/2003 19:16


(ANSA) - PARIGI - L'Unesco lancia l'allarme. La Mesopotamia, il mitico Eden della Bibbia tra il Tigri e l'Eufrate culla della scrittura, gia' devastata dalla Guerra del Golfo, e' nuovamente in pericolo: i bombardamenti di un altro conflitto armato potrebbero provocare danni incalcolabili al patrimonio archeologico dell'Iraq. Nelle prime 48 ore, secondo i piani di Bush, almeno tremila bombe colpirebbero obiettivi strategici, parecchi dei quali si trovano vicino a siti archeologici. Gli esperti dell'Unesco sono tuttavia fiduciosi che in caso di attacco, le forze americane e britanniche rispettino la Convenzione dell'Aja del 1954 sulla protezione dei beni culturali in caso di guerra, anche se ne' Washington ne' Londra l'hanno ratificata. ''Non possiamo stabilire il grado di rischio sito per sito, perche' ovviamente non sappiamo quale sara' la mappa dei bombardamenti'', dice all'Ansa Giovanni Boccardi, specialista dell'Iraq alla direzione del Patrimonio mondiale dell'Unesco. ''Ma un altro conflitto armato non potra' che innescare un nuovo periodo di incertezza e di abbandono dei siti e dei musei iracheni. Basti ricordare quel che e' successo dopo il 1991 quando i musei - non solo quello di Baghdad, ma anche quelli di Kufa, Amara, Bassora nel Sud, e di Kirkuk nel Nord - sono stati devastati e saccheggiati. Migliaia di oggetti, provenienti anche da centinaia di scavi selvaggi, sono stati esportati e rivenduti a collezionisti''. La maggior parte, secondo John Russel, studioso di storia dell'arte alla Columbia University, sarebbero finiti a Londra, nei negozi di antichita' e nei mercati come Portobello. Sculture e bassorilievi sumeri, babilonesi, assiri di inestimabile valore. La razzia non si esauri' dopo la guerra del Golfo, ma e' continuata in questi anni anche perche', colpiti dall'embargo, parecchi iracheni hanno trovato nel traffico d'arte un mezzo di sostentamento. Tanto che lo stesso Saddam Hussein si servi' dell'argomento, nel 1998, per chiedere la revoca dell'embargo con un appello ufficiale all'Unesco. La preoccupazione dell'Unesco non riguarda solo i siti noti come Hatra, l'unico inserito nella lista del Patrimonio mondiale, la citta' abbandonata nei pressi di Mossul, nel Nord che visse il massimo splendore nel secondo e terzo secolo dopo Cristo. O come Ninive, Nimrud, o Ur, la citta' di Abramo, o ancora Ashur, capitale assira sul Tigri, che potrebbe entrare nella lista prossimamente. ''In Iraq, dice Boccardi, c'e' molta archeologia nascosta. Centinaia di siti non scavati e non identificati con certezza sorgono lungo tutto il bacino della Mesopotamia. E non ci preoccupano solo le bombe: potrebbero essere danneggiati da trincee, carri armati, mezzi pesanti...''.





news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news