LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

AREZZO - Bondi: lo stato non compra Vasari ma lo difende
Salvatore Mannino
La Nazione (Arezzo) 26/11/2009

Guai ai russi. E' sempre la stessa invettiva di Brenno (Guai ai vinti) contro gli antichi romani sconfitti, ma stavolta nel mirino del ministro Bondi ci sono gli acquirenti dell'Archivio Vasari, che (garantisce il titolare dei beni culturali nell'incontro con la delegazione aretina guidata dal sindaco Fanfani) no pasaran. Oddio, per passare sono gi passati, visto che le preziose carte sono ormai quasi di propriet della Ross engineering, ma il gruppo moscovita non andr un passo pi in l. Nel senso che il vincolo resta e che lo stato italiano non conceder mai agli acquirenti di portare le lettere e i sonetti di Michelangelo, l'epistolario di Annibal Caro, le missive dei papi e dei granduchi fuori da Arezzo. Parola di ministro e Fanfani dice di non dubitarne. Anzi, ringrazio Bondi per la sensibilit e la disponibilit dimostrate.
All'incontro al Collegio Romano, anch'esso rinascimentale che ospita la sede dei beni culturali, il sindaco si presentato accompagnato dal presidente della Provincia Roberto Vasai e dai rispettivi assessori alla cultura, Camillo Brezzi per il Comune e Rita Mezzetti per la Provincia. Il colloquio andato avanti per un paio d'ore, dalle sei del pomeriggio fin quasi alle Otto di sera. Bondi, spiega il Nipotissimo, si presentato preparatissimo, insieme ai suoi funzionari, fra cui il capo dell'ufficio legislativo. Sulla prima opzione di Fanfani, l'acquisto da parte dello stato, arrivato un no carico di rammarico. Il governo, ha spiegato Bondi, non in grado di assumersi una spesa del genere, oltretutto perch il prezzo viene da tutti giudicato fuori mercato. Tanto fuori mercato che gli uomini dei beni culturali hanno confermato l'intenzione di mandare avanti la denuncia gi presentata alla procura di Roma: troppi 150 milioni perch non ci sia qualcosa dietro, indaghino i magistrati. Chiuso il discorso acquisto, restano le altre ipotesi sul terreno. Il vincolo prima di tutto. Bondi non ha lasciato equivoci: non si tocca, l'archivio non potr essere separato da Casa Vasari n potr essere smembrato, chiunque ne sia il proprietario. E l'idea dei russi di fare affari con le carte, portandosele in giro per i grandi musei del mondo? Non se ne parla neppure, la promessa del ministro: al massimo da Casa Vasari potranno uscire le fotocopie e sempre sotto la stretta sorveglianza dei funzionari dello stato, a cominciare dai responsabili della sovrintendenza archivistica per la Toscana. Insomma, un no su tutta la linea. Ma che faranno adesso quelli di Ross engineering? Si limiteranno a prendere atto dello sbarramento del governo o proveranno a forzare la mano ricorrendo ai tribunali sulle questioni in sospeso (ad esempio le accuse di trascuratezza) che potrebbero far saltare il vincolo? La battaglia sulle carte Vasari pare appena all'inizio.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news