LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LEONARDO. Capolavori espatriati. Fu lartista a portare molte sue opere in Francia
di CARLO BERTELLI
26 novembre 2009, il corriere della sera

- Al Louvre lasciti e acquisti. Immotivate le rivendicazioni patriottiche per la Gioconda






Il 21 agosto 1911 tutti i giornali del mondo pubblicarono la sensazionale notizia: al Louvre era stata rubata la Gioconda. Due anni dopo, il 29 novembre 1913, lantiquario fiorentino Alfredo Geri ricevette una lettera firmata Leonardo. Vi si proponeva, per amor di patria, la restituzione allItalia del dipinto in cambio di 500 lire. Il ladro, un imbianchino italiano che aveva lavorato al Louvre, fu scoperto e il dipinto, prima di essere riconsegnato al Louvre, venne esposto alla Galleria Borghese, dove ebbe un successo di folla mai visto in un museo. Alla fine, la brutta avventura contribu a fare del ritratto duna sconosciuta il dipinto pi celebre del mondo.

Le giustificazioni patriottiche addotte dal falso Leonardo erano del tutto fuori luogo. La Gioconda non era stata portata via dal-lItalia con la forza. Dopo averla tenuta per anni nello studio, Leonardo la port con s in Francia dove si trasfer alla morte di Giuliano de Medici, suo protettore, su invito del re Francesco I, grande ammiratore del maestro. Nel 1517 il cardinale Luigi dAragona visit, in Francia, lo studio di Leonardo . Il pittore mostr loro tre dipinti: un san Iohanne Baptista giovane, ossia il San Giovanni Battista che giunge ora a Milano, la Madonna col Bambino e santAnna e il ritratto duna dama eseguito a istantia di Giuliano de Medici, ovvero la Gioconda. Un altro San Giovanni Battista, sempre di Leonardo, talvolta confuso con un Bacco, era gi nelle collezioni reali francesi nel 600. Naturalmente, tutti questi dipinti erano stati eseguiti in Italia. Alla posa profetica, seducente e languida del San Giovanni esposto a Milano, Leonardo pensava gi quando era a Firenze, come dimostra lo schizzo dun allievo sullo steso foglio dove appare un appunto per la Battaglia dAnghiari. Leonardo non dipingeva pi nei pochi anni in cui visse in Francia, ma certamente torn a insistere sul San Giovanni giovane aggiungendo uno strato di vernice allaltro, nella ricerca di quella pictura nigra di cui aveva parlato Plinio e che appariva conturbante e seducente come uno specchio. Nella raccolta di Mariano Astalli, a Roma, Leonardo aveva visto una statua di Ermafrodito. Non poteva non intrigare la sua mente inquisitiva quella creatura che univa in s entrambi i sessi e, rimeditando sul suo San Giovanni, ne esalt lambiguit in un disegno in cui, con lucida franchezza, raffigur la sua visione fisiologica e anatomica dun ipotetico ermafrodito.

Se i dipinti visti dal cardinale nello studio di Leonardo appartengono tutti allultimo periodo dellartista, non cos per un ritratto di dama posseduto dal Louvre e che era gi a Fontainebleu almeno dal 600. Si tratta di unopera eseguita a Milano circa nel 1495 che ebbe profonda influenza sui pittori milanesi. La figura tagliata poco sopra la cintura e occupa lo spazio come se si trattasse non di un dipinto, ma di una scultura cui si potesse girare intorno. Lovale del volto perfetto e lo sguardo sicuro e senza ambiguit. Stranamente, il dipinto noto come La belle ferronire , ovvero la bella moglie

La dimenticanza Quando dopo la caduta di Napoleone la delegazione milanese ottenne il rimpatrio del Codice Atlantico, per un puro errore materiale non aveva nellelenco delle richieste i fascicoli con i disegni, che rimasero allInstitut de France



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news