LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La Lombardia, una terra di tesori
La Padania 26/6/2004

Le valorizzazioni e gli sviluppi culturali e turistici delle Province di Lecco e Bergamo possono contare oggi su rinnovate quanto affascinanti realt monumentali da visitare e fare conoscere e che si presentano come capaci di essere reali ed efficaci strumenti di promozione della cultura, dell'associazionismo e del turismo in una delle zone storicamente ed artisticamente pi interessanti della Lombardia. Si tratta in particolare della Valle San Martino oggi divisa tra le due Province ma che culturalmente e storicamente appartiene alla Comunit Orobica.
LA RINASCITA DI LAVELLO
La costiera dell'Adda da Vercurago e da Calolzio-Corte (componenti bergamasche della nuova Provincia di L.ecco) sino alla bergamasca Villa d'Adda offre due riferimenti di particolare importanza tra le molte attrazioni da scoprire sia lungo il corso del fiume che nella parte collinare e montana: il Monastero-Santuario di Santa Maria del Lavello di CalolzioCorte e l'Abbazia-Convento di Pontida.
Il Lavello, rinato a nuova e giovanissima vita dopo secoli di abbandono e di gravissimo degrado grazie all'iniziativa del Comune di CalolzioCorte, della Provincia di Lecco e dell'Unione Europea con il concreto ed organico sostegno tecnico e finanziario della Regione Lombardia - Assessorato alle Culture, Identit e Autonomie che ha diretto e coordinato uno specifico Accordo di Programma ormai completamente realizzato, pronto a svolgere appieno una innovativa funzione di sede per la raccolta e la elaborazione di ricerche e documentazioni storiche e di studi sulla vita di questo ultimo angolo di terra bergamasca che fu baluardo e confine per circa tre secoli e mezzo della Serenissima Repubblica d Venezia, Ma il Lavello ha oggi anche tutti i numeri per essere luogo di incontro per lo sviluppo di un associazionismo professionale di carattere economico e sociale ed anche formativo, aspetti questi non certo secondari della grande dinamicit di questo territorio. Vi , inoltre, l'apertura verso un turismo giovanile ed europeo legato alla spiritualit dei Chiostri ed alla scoperta della conoscenza dell'Adda attraverso il recupero della sua navigabilit nel segno della grande e stimolante presenza di Leonardo sulla antistante sponda che apparteneva allo Stato di Milano. Un'apposita Fondazione, cui parteciper anche la Regione Lombardia, garantir infatti per il servizio del territorio un uso molteplice del Monastero restaurato per incontri culturali, eventi musicali e teatrali, nonch per il potenziamento ed il rafforzamento della notevole realt produttiva ed associativa di questa area oggi integrata in un'economia assai sviluppata e d'eccellenza com' quella lecchese. Il tutto nel rispetto dell'origine e dell'identit religiosa del complesso monumentale e della sua Chiesa-Santuario.
A PONTIDA, NEL CUORE DELLA STORIA
Pontida rappresenta di sicuro il cuore antico della nostra gente lombarda e delle nostre libert. L'Abbazia da sempre ha accompagnato e sostenuto la vita e la storia delle Comunit della Valle San Martino e delle Comunit limitrofe in un contesto ampio che fu lombardo ed europeo.
Il tuttora fiorente Convento dal 2000, ad iniziativa della Regione Lombardia - Assessorato alle Culture, Identit e Autonomie, oggetto di molteplici attenzioni ed interventi che ne hanno esaltato la funzione spirituale ed educativa attraverso anche il potenziamento delle sue strutture e la valorizzazione della sua gloriosa storia di nuovo studiata e rivisitata in Convegni storici e culturali annuali ed attraverso una vigorosa e costante ripresa delle rappresentazioni storiche, a carattere divulgativo e popolare, riguardanti la memoria del Giuramento del 1167 e la storia della conquista delle libert comunali, realizzate dalla benemerita Pro-Loco.
SOTTO IL SEGNO DEL COLLEONI
Se ci spostiamo dalla Valle San Martino verso la vicina "Isola Bergamasca" - un tempo area di depressione economica gravissima (tanto che si applicarono per alcuni anni le leggi statali per il Mezzogiorno) ed oggi l'area di maggiore sviluppo industriale della Provincia - l'impegno della Regione Lombardia - Assessorato alle Culture, Identit e Autonomie con gli Enti locali territoriali sta recuperando il Castello di Solza dove nacque il celebre condottiero Bartolomeo Colleoni (1400-1476). L'Accordo di Programma in fase di attuazione prevede che la Rocca del Colleoni assolva a funzioni di Museo del territorio ed a sede di studi storici nonch a Centro di incontri per la Comunit dell'Isola
IL TRIONFO DEL ROMANICO
Avviandosi, invece, verso il versante vallivo (Imagna e Brembana) accanto alla gi realizzata "Antenna Europea del Romanico" di Almeno San Bartolomeo - collocata accanto al prezioso quanto straordinario Tempio di San Tom - c' il Museo del Falegname "Tino Sana", un'autentica gemma tra i 450 tra Musei e Collezioni della Regione, Sono attualmente gi in corso con provvedimenti, eseguiti o in corso di esecuzione, ulteriori ed importanti interventi a Palazzago (Biblioteca Gianfranco Miglio, da pochissimo inaugurata), Ubiale Clanezzo e Almenno San Salvatore.
IL PROGETTO DI ALBERTONI Il commento complessivo del prof. Ettore A. Albertoni, Assessore alle Culture, Identit e Autonomie della Regione Lombardia, sull'insieme di queste iniziative tutte caratterizzate dall'impegno anche finanziario della Regione: Nella VII Legislatura Regionale in corso per il 2000-2005 l'Assessorato che dirigo ha centrato la sua azione di governo e di intervento sul ruolo fondamentale della cultura come 'l'attore di sviluppo, morale e civile sicuramente ma anche sociale ed economico. Non potendo svolgere per legge funzioni di tutela, che sono riservate al Ministero dei Beni Culturali ed Ambientali, la Regione Lombardia ha moltipllcato ovunque il suo impegno di progettazione e realizzazione di opere, restauri e riusi funzionali mirati alla valorizzazione non solo dei singoli monumenti ma di interi ambiti territoriali. Le aree che comprendono la Valle San Martino nella sua interezza, l'Isola Bergamasca ed i Comuni degli Almenni, Ubiale Clanezzo e Villa d'Alm, rappresentano un territorio molto integrato e ricchissimo di attivit produttive. C' per qui anche una componente prodigiosa d'arte e di cultura, di autentica bellezza; si tratta di molti autentici tesori da conoscere, valorizzare ed amare perch rappresentano le radici delle nostre identit e del nostro stesso presente. Per questa considerazione il mio Assessorato intervenuto e continuer ad intervenire sull'intera area in collaborazione con i Comuni e l'associazionismo culturale per assicurare una adeguata qualificazione ambientale nell'interesse di tutte le Comunit presenti ed anche per lo sviluppo di un turismo culturale aperto alla pi ampia fruizione.




news

23-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 agosto 2019

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news