LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La decisione dell'assessore Granata dopo la denuncia su "Repubblica" con un migliaio di firme dal mondo della cultura
Alessandra Ziniti
la Repubblica - Edizione di Palermo

ALLA biblioteca centrale della Regione arriva un commissario: Marco Salerno, capo di gabinetto dell'assessore ai Beni culturali. E Fabio Granata assicura: Entro due giorni al massimo tutti i servizi saranno ripristinati. E nei confronti del direttore sollevato dall'incarico Giuseppe Lo Iacono viene annunciato un procedimento disciplinare: II problema delladeguamento dell'impianto elettrico gi risolto. La responsabilit solo sua. L'iniziativa dell'assessore Granata viene giudicata con favore dai firmatari dell'appello rivolto al ministro Urbani dalle pagine di Repubblica. Ma gli intellettuali chiedono che la Regione provveda in tempi brevi alla legge che regola il funzionamento e lattivit delle biblioteche.

ALLA Biblioteca centrale arriva un commissario e il commissario far il "miracolo". Un giorno, due al massimoannuncia l'assessore regionale ai Beni culturali Fabio Granatae tutti i servizi saranno ripristinati. L'appello lanciato sulle colonne di Repubblica dal mondo della cultura un primo effetto l'ha gi prodotto: quello di attirare l'attenzione della Regione su una vicenda, lo stop ai servizi della biblioteca, chiusa da tre mesi, e di sbloccare le procedure per risolvere il problema di fondo, la messa a norma Cei dell'impianto elettrico, cos come previsto dalla legge.
Granata ha scelto la strada della destituzione del direttore Giuseppe Lo Iacono (che, dopo essersi rifiutato di gestire gli impianti senza le previste misure di sicurezza, ha pure firmato l'appello lanciato da un nutrito gruppo di intellettuali al ministro dei Beni culturali Giuliano Urbani) e del contestuale affidamento dei poteri di commissario al suo capo di gabinetto, Marco Salerno, un passato di bibliotecario, che alla guida della Biblioteca centrale della Regione c' gi stato cinque anni fa. Un provvedimento radicale, accompagnato dall'annuncio di un procedimento disciplinare a carico del direttore Lo Iacono, al quale l'assessore Granata attribuisce la responsabilit di aver complicato strumentalmente problemi burocratici che cerchiamo di superare da sei mesi e di avere firmato un appello contro se stesso. Come dire che, se Lo Iacono aveva le sue legittime ragioni per decidere di fermare i servizi della biblioteca in mancanza del nullaosta definitivo dei vigili del fuoco per l'adeguamento dell'impianto elettrico dei locali, a lui stesso spettava seguire tutte le procedure per ottenere quel nullaosta.
Cosa che adesso cercher di fare il commissario. Mi hanno appena notificato il decreto dice Marco Salerno Datemi il tempo di guardare le carte, di capire cosa si fatto e non si fatto, e nel giro di pochi giorni il problema sar risolto e la biblioteca riaperta all'utenza. Ho scritto tre volumi sulla sicurezza dei beni culturali e sulla materia sono abbastanza ben ferrato. Non c' dubbio che la responsabilit del direttore dell'istituto. Certo, non pu che lasciarmi perplesso il fatto che Lo Iacono abbia firmato l'appello. Non capisco se fa parte della Biblioteca o di chiss quale altro ufficio. Posso assicurare a tutti che stanotte non dormir e cercher di capire subito se il mio predecessore si attivato a 360 gradi e che risposte ha avuto: questo pane per i miei denti. Ho letto anche che non stato fatto l'abbonamento alla Gazzetta ufficiale nazionale. Mi chiedo da chi dipenda, se non dal direttore.
Ma aprir la Biblioteca senza adeguare l'impianto o riuscir a fare i lavori in tempi record?
Volete conoscere il nome dell'assassino prima di leggere il giallo scherza so solo che trover una soluzione immediata.
Nel suo ufficio, il direttore appena "sollevato" appare rassegnato. Dall'assessorato nessuno gli ha fatto sapere niente. Ha appreso del provvedimento di Granata dal sito Internet di Repubblica. Alla polemica risponde con la polemica. Ero stato mandato qui perch dicevano che ero bravo. Si vede che in cinque mesi ho buttato al vento quarant'anni di professionalit. Ho voluto fare una battaglia di civilt che mi sembrata giusta, e per questo ho sottoscritto l'appello degli intellettuali. Anch'io sono un cittadino, un utente, ma sono anche il terminale di tutti i problemi e ho istituito anche un registro delle lamentele che forse qualcuno farebbe bene a consultare.
E all'assessore che lo accusa di aver sollevato strumentalmente problemi burocratici insormontabili cos come aveva gi fatto non casualmente alla Villa romana del Casale di cui era sovrintendente, Lo Iacono replica cos: Io mi sono insediato a gennaio e ho scritto tutto quello che dovevo scrivere. L'amministrazione non si attivata. Se mi avessero dato tempi e impegni finanziari certi, avrei potuto anche andare dai vigili del fuoco e chiedere una nuova proroga provvisoria, ma non mi hanno dato alcuna certezza. D'altronde sarebbe stato ben difficile che io in cinque mesi riuscissi a fare per la Biblioteca quello che Granata non riuscito a fare in cinque anni. Se la mia testa vale una biblioteca, ben venga questo provvedimento. Io sono un funzionario regionale, quello che mi dicono di fare faccio.



news

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

22-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news