LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il ficus di piazza Marina è a rischio un cantiere per potarlo e "restaurarlo"
SARA SCARAFIA
MARTEDÌ, 17 NOVEMBRE 2009 la repubblica - Palermo





Lo storico albero ha 146 anni e ha bisogno di cure urgenti: le operazioni partiranno alla fine dell´inverno


«Se il marciume non viene eliminato - spiega Giuseppe Barbera, professore di Culture arboree alla facoltà di Agraria - rischia di espandersi e danneggiare il ficus». Ieri Barbera ha compiuto un sopralluogo a villa Garibaldi insieme con l´assessore comunale al Verde Francesca Grisafi, ad Adelaide Catalisano, della Soprintendenza ai Beni culturali, e a Giuseppe La Mantia, agronomo del settore Verde del Comune.
Secondo gli esperti l´albero, soprattutto nella parte che si affaccia su Palazzo Steri, ha seri problemi di stabilità e deve essere sottoposto a una "potatura di riforma". «Si tratta - spiega ancora Barbera - di una potatura straordinaria che sarà molto visibile: l´albero verrà ridimensionato per evitare rischi. Ma non bisogna aver paura: in un paio d´anni la chioma tornerà quella di sempre». Gli interventi partiranno tra la fine di febbraio e l´inizio di marzo: «È necessario aspettare la fine dell´inverno - spiega ancora Barbera - perché il freddo può far male a una chioma spogliata. Durante questi mesi redigeremo un vero e proprio progetto di restauro dell´albero attraverso un´analisi molto approfondita, con ispezioni in quota ed esami».
Il ficus simbolo di villa Garibaldi risale al 1863. E, come tutti i monumenti, è sottoposto a vincolo da parte della Soprintendenza. «Abbiamo voluto coinvolgere tutte le istituzioni - spiega l´assessore Grisafi - il ficus è un bene della città e merita attenzione proprio come gli altri monumenti. Grazie al protocollo d´intesa che qualche mese fa abbiamo stipulato con l´Università possiamo approfittare delle conoscenze degli esperti. Il mio obiettivo è quello di pubblicizzare quanto più possibile il restauro del ficus in modo che tutti possano sentirsi coinvolti. Renderemo noti i risultati delle analisi e pubblicizzeremo il progetto di recupero».
Intanto, per ragioni di sicurezza, verrà limitato l´accesso a villa Garibaldi: l´area attorno alla ludoteca è stata transennata già da qualche giorno. «Sono caduti alcuni rami - dice l´assessore al Verde - non possiamo permetterci di correre rischi». E saranno chiuse anche le aree attorno ai ficus più piccoli. «Partiremo dagli interventi di messa in sicurezza degli altri esemplari arborei - dice la Grisafi - ci sono anche altri ficus, per esempio quelli appartenenti alla specie microcarpa, che necessitano di alcuni lavori che possono essere eseguiti subito». Quando toccherà al grande ficus, la villa sarà chiusa per metà. Per ora resterà aperta.
Pochi mesi fa i tecnici di Ville e Giardini erano intervenuti sul ficus tagliando alcuni rami secchi: ma sono stati costretti a fermarsi, mentre erano ancora la lavoro, perché un architetto, Valeria Scavone, li aveva fermati. «Senza l´autorizzazione quest´albero non può essere toccato», aveva detto ai tecnici. E la Soprintendenza le aveva dato ragione: «Prima di fare qualsiasi intervento devono avvertirci», aveva detto il soprintendente dei beni architettonici Matteo Scognamiglio. Così l´assessore Grisafi, tornata in giunta a settembre dopo il rimpasto varato dal sindaco Diego Cammarata, ha deciso di coinvolgere proprio tutti.
Nel verbale stilato ieri dopo il sopralluogo, la Grisafi, Barbera, la Catalisano e La Mantia mettono nero su bianco che il ficus «è un esemplare di grande significato botanico e monumentale». Ma scrivono anche che dopo un attento esame «si è constatato che l´albero presenta grosse anomalie strutturali». E così la "potatura di riforma", «fino adesso mai eseguita», diventa un intervento non più rinviabile.



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news