LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

"Insicure Armeria e Biblioteca Reale" - Soprintendente indagata: mai realizzate le norme fissate nel '92
Nino Pietropinto
LA STAMPA, Torino 5 FEB 2003

Dopo l'Egizio tocca all'Armeria e alla Biblioteca Reale. Misure
di sicurezza inadeguate, nessun
certificato di prevenzione incendi. E la soprintendente dei Beni
Artistici Carlenrica Spantigati
finisce nel registro degli indagati
ti per omissione dolosa di cautele contro gli infortuni.


Come gi capitato alla direttrice dell'Egizio. Nei guai anche il il
direttore della Biblioteca Reale.
E sempre per quelle misure di
sicurezza non realizzate. Eppure il decreto che imponeva quel
le cautele risale al 1992, pi di
dieci anni fa. Allora venne fissato per musei e gallerie varie
anche una sorta di diktat: mettetevi in regola al pi presto. E
comunque non oltre il marzo
del 1996.

Quel monito era destinato a
rimanere, come capita spesso,
inascoltato, A volte per mancanza di finanziamenti, in altri
casi per trascuratezze e lungaggini
burocratiche. Comunque sia
con il passare degli anni la
situazione non miglior. Capit
cos anche all'Armeria Reale e
alla Biblioteca. In entrambi i
posti nel 1999 si presentarono i
vigili del fuoco e scoprirono che
nulla si era fatto per mettersi in regola con quanto disposto dal
la normativa del 92. Venne
fissato e approvato un piano di
adeguamento a quelle misure e
vennero anche stabilite
prescrizioni a carico dell'Arme
ria e della Biblioteca.
Ora i vigili
sono tornati in piazza Castello
191 e hanno trovato che le cose
stanno sempre come prima.

Il sistema di allarme ottico e acustico per limpianto antincendio non funzionava e non funziona, inadeguato, non si sente bene. Ci sono sempre cartelloni indicatori insufficienti e incomprensibili. Il piano di emergenza dell'Armeria doveva essere coordinato con quello della vicina Biblioteca e di Palazzo Reale, e invece non stato
fatto. I vigili hanno inviato una relazione al procuratore aggiunto Guariniello che ha aperto
un'inchiesta sulla sicurezza nei
musei e poi hanno concesso 20
giorni di tempo all'Armeria e
alla Biblioteca per mettersi in
regola e produrre la documentazione sui vari impianti elettrici, sulla rete idrica antincendio. Hanno prescritto poi che tutto il personale per la lotta antincendio deve avere l'attrezzatura e deve essere informato sui rischi. Per ovviare alle carenze del sistema di allarme
acustico si ricorrer provvisoriamente ai megafoni. Infine, entro 90 giorni. Armeria e Biblioteca devono attivarsi per
ottenere il certificato di prevenzione
incendi e ultimare i lavori
di adeguamento.
La situazione alla Biblioteca e simile a quella dell'Armeria. Anche qui il sistema d'allarme
Acustico non in grado di
garantire la sicurezza,
qui c' un progetto di adegua
mento approvato nel '99 e rima
sto lettera morta. II magistrato
vuol ora capire se sono stati o
meno stanziati negli anni scorsi anni dei finanziamenti per
attuare quel piano. Al Museo
gi capitato che il denaro era
stato stanziato ma poi non era
stato speso.


Dopo l'Egizio tocca all'Armeria e alla Biblioteca Reale. Misure
di sicurezza inadeguate, nessun
certificato di prevenzione incendi. E la soprintendente dei Beni
Artistici Carlenrica Spantigati
finisce nel registro degli indagati
ti per omissione dolosa di cautele contro gli infortuni.

Come gi capitato alla direttrice dell'Egizio. Nei guai anche il il
direttore della Biblioteca Reale.
E sempre per quelle misure di
sicurezza non realizzate. Eppure il decreto che imponeva quel
le cautele risale al 1992, pi di
dieci anni fa. Allora venne fissato per musei e gallerie varie
anche una sorta di diktat: mettetevi in regola al pi presto. E
comunque non oltre il marzo
del 1996.
Quel monito era destinato a
rimanere, come capita spesso,
inascoltato, A volte per mancanza di finanziamenti, in altri
casi per trascuratezze e lungaggini
burocratiche. Comunque sia
con il passare degli anni la
situazione non miglior. Capit
cos anche all'Armeria Reale e
alla Biblioteca. In entrambi i
posti nel 1999 si presentarono i
vigili del fuoco e scoprirono che
nulla si era fatto per mettersi in regola con quanto disposto dal
la normativa del 92. Venne
fissato e approvato un piano di
adeguamento a quelle misure e
vennero anche stabilite
prescrizioni a carico dell'Arme
ria e della Biblioteca. Ora i vigili
sono tornati in piazza Castello
191 e hanno trovato che le cose
stanno sempre come prima.
Acustico per limpianto antincendio non funzionava e non funziona, inadeguato, non si sente bene. Ci sono sempre cartelloni indicatori insufficienti e incomprensibili. Il piano di emergenza dell'Armeria doveva essere coordinato con quello della vicina Biblioteca e di Palazzo Reale, e invece non stato
fatto. I vigili hanno inviato una relazione al procuratore aggiunto Guariniello che ha aperto
un'inchiesta sulla sicurezza nei
musei e poi hanno concesso 20
giorni di tempo all'Armeria e
alla Biblioteca per mettersi in
regola e produrre la documentazione sui vari impianti elettrici, sulla rete idrica antincendio. Hanno prescritto poi che tutto il personale per la lotta antincendio deve avere l'attrezzatura e deve essere informato sui rischi. Per ovviare alle carenze del sistema di allarme
acustico si ricorrer provvisoriamente ai megafoni. Infine, entro 90 giorni. Armeria e Biblioteca devono attivarsi per
ottenere il certificato di prevenzione
incendi e ultimare i lavori
di adeguamento.
La situazione alla Biblioteca e simile a quella dell'Armeria. Anche qui il sistema d'allarme
Acustico non in grado di
garantire la sicurezza,
qui c' un progetto di adegua
mento approvato nel '99 e rima
sto lettera morta. II magistrato
vuol ora capire se sono stati o
meno stanziati negli anni scorsi anni dei finanziamenti per
attuare quel piano. Al Museo
gi capitato che il denaro era
stato stanziato ma poi non era
stato speso.



news

25-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news