LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LOMBARDIA - Sacconago. Salviamo il borgo storico!
Manuela Ciriacono
artevarese, 29 ottobre 2009

L'architetto Augusto Spada, curatore dei restauri della chiesa vecchia di Sacconago, frazione di Busto Arsizio, si pronuncia sul Piano Integrato di Intervento relativo alla sistemazione del centro storico: un bene culturale che va tutelato e valorizzato nelle sue caratteristiche storiche.


La chiesa s e la piazza pure - Pochi mesi sono passati dalla presentazione al pubblico dei restauri effettuati alla chiesa dei SS. Pietro e Paolo di Sacconago, frazione di Busto Arsizio. Era lo scorso marzo e a tornare alla luce furono gli affreschi settecenteschi della navata e della volta, grazie ad un intenso lavoro portato avanti dal Laboratorio San Gregorio e dall'architetto Augusto Spada. La cosiddetta "chiesa vecchia" torn cos ad essere "nuova" e consegnata ai sinaghini soddisfatti. Ora, a distanza di qualche tempo, un nuovo intervento sembra dover coinvolgere le sorti del centro storico. Pare infatti che sia stato presentato un Piano Integrato di Intervento (ad opera di soggetti privati) che prevede la sistemazione della piazza antistante la chiesa, alterandone l'assetto originario e caratteristico.

Appello alla Soprintendenza - A correre immediatamente ai ripari stato l'architetto Augusto Spada, che ha seguito in questi anni l'opera di restauro della chiesa vecchia ed tra i maggiori esperti di storia locale. Ha cos deciso di scrivere, in via preventiva, alla Soprintendenza per i beni Architettonici e il Paesaggio perch venga tutelato l'ambiente circostante la chiesa. Insomma, dopo tanta fatica per riportare allo splendore questo tesoro architettonico, ora sembra aver poco senso stravolgerne la piazza e gli edifici che gli fanno da contorno e che racchiudono un altrettanto importante valore storico.

Centro storico da recuperare - "Non conosco il progetto nei dettagli", ammette l'architetto, "ma sono state rese note le caratteristiche principali: demolizione dell'edificazione antica, raddoppio della superficie della piazza della Chiesa, alterazione del calibro di via Bellotti; formazione di portici". Praticamente si vorrebbe ampliare la piazza, demolendo le antiche case contadine, ora disabitate e fatiscenti, che si affacciano sul lato nord. "Ma la tutela dei beni culturali passa anche per i nuclei storici e il borgo di Sacconago racchiude nelle sue mura la storia millenaria della citt" replica Spada. "Questo non vuol dire preferire un centro storico decadente, come qualcuno ha erroneamente interpretato, ma ovviamente auspicare un dovuto restauro che preservi l'anima autentica del centro storico".

No ai portici - "Per quanto riguarda l'introduzione dei portici, poi, credo che ci altererebbe, con volumi e tipologie inadeguate e antistoriche, l'intorno dell'edificio monumentale della chiesa. Si tratta di elementi totalmente assenti nella tradizione costruttiva bustese, di cui l'unica testimonianza a Sacconago costituita dall'edificio della Banca, costruito negli anni '60, e a detta di tutti "un pugno nell'occhio". Insomma il Piano Integrato di Intervento andrebbe a cancellare le caratteristiche peculiari del centro cittadino, che, anche se costruito con l'architettura povera' tipica delle case contadine, per le sue caratteristiche di tipicit di luogo, della tradizione e del folclore, un documento storico eccezionale ed un vero e proprio bene culturale, che va salvaguardato e valorizzato, al pari della chiesa.


La chiesa, meraviglie ancora da scoprire - E intanto i restauri all'interno della chiesa continuano, perch, a quanto pare, il bello ancora tutto da venire: nella zona della sagrestia e nei locali di servizio adiacenti sono state infatti rinvenute le tracce dell'originaria chiesa tardo medievale che occuperebbe met della superficie della chiesa. Sulla pareti a sinistra del presbiterio, inoltre, sono emersi, sotto uno spesso strato di calce, affreschi che risalirebbero al 1400-1500, realizzate da maestranza di buon livello. Insomma, il tesoro pi prezioso ancora tutto da scoprire e bisogner attendere nuovi restauri per poterlo ammirare. E una volta recuperate le meraviglie della chiesa confidiamo che si possa tutelare e recuperare anche la bellezza del suo borgo antico.

Manuela Ciriacono




news

15-01-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 gennaio 2019

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

Archivio news