LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LIGURIA - PIANO CASA - Beppe Grillo suona la carica: fermiamoli a qualunque costo
IL SECOLO XIX, 28 OTTOBRE 2009





il comico guida la rivolta contro la legge

Genova. Ci diano un'idea, una sola, che non comporti cemento, ghiaia e betoniere, e noi la portiamo avanti. Il problema che qui abbiamo a che fare con dei fossili che vogliono ulteriormente fossilizzare Genova.

Beppe Grillo, un fiume in piena. Da giorni il suo blog fa a pezzi la giunta regionale sul Piano casa. Fermiamoli, fermiamoli a qualunque costo si infiamma al telefono.
Per la verit hanno gi fatto dietrofront.

Non conosce gli ultimi sviluppi?
Il Piano va avanti, hanno solo bloccato gli emendamenti, hanno bloccato il pi grande delirio di cemento che ci sia oggi in Italia.

Non le basta? Sotto le pressioni dell'opinione pubblica la Regione ha deciso di confermare il testo del luglio scorso.

Era gi quello un delirio. E poi come si fa a chiamarlo Piano casa? un Piano cemento. Vede, il problema non ampliare un alloggio del 20-30-60%, ma l'idea di continuare a investire sul calcestruzzo, quando abbiamo 2 milioni e mezzo di case sfitte e c' il crollo del mercato immobiliare. Puntare su un'idea del genere significa essere disonesti o avere una concezione del futuro da novantenni. delinquenza senile.

L'obiettivo dichiarato creare lavoro in un momento di profonda crisi.
Lavoro. una parola abusata, una bestemmia in bocca ai nostri politici. Sotto questa parola si fa passare qualsiasi cosa. Vadano nel deserto a creare lavoro con il calcestruzzo. Ma lo sa che il pi grande imprenditore immobiliare del mondo l'ndrangheta calabrese? La pi grande azienda in franchising della mafia. Ecco per chi creiamo lavoro.

Ha proposte alternative?
Ma certo. Il lavoro si crea puntando sulla riconversione e la ristrutturazione dell'esistente, creando aree verdi, piste ciclabili, laghi. Dobbiamo ridurre l'impatto del cemento. C' da togliere materia, passare dalle 30 tonnellate pro capite di oggi a 20, questo stanno studiando i Politecnici svizzeri e tedeschi; ridurre i consumi da 6.000 a 2.000 watt con l'efficenza energetica, questa la grande scommessa. Mettere a norma gli edifici, ad esempio, sotto il profilo dell'efficienza energetica. Cos si d lavoro a centinaia di imprese; chi fa le porte, chi le finestre, chi gli impianti elettrici. Sono questi i nuovi lavori. Mettere a norma energetica le case come si fa a Bolzano, in Germania. E poi chi costruisce senza seguire criteri virtuosi paga una penale che andr a finanziare chi, al contrario, costruisce bene. Ripensiamo alla Genova del futuro partendo da queste idee, senza spostare stadi, costruire ipermercati o strade. Zero cemento, deve essere l'obiettivo. Io voglio una citt cos e invece qui parlano di gronde....

contrario anche a quel progetto?
Costa come il ponte sullo Stretto e non ha senso. Cercano di convincerci del contrario vendendo proiezioni false, ripeto, false, sui flussi di traffico. Ancora cemento per fare passare camion. Ma cosa c' dentro a quei camion? La patata che parte della Westfalia e va in Sicilia; i maiali trasferiti dal Belgio a Parma; le macchine con un pezzo costruito in Corea, l'altro in Germania e l'altro ancora in Italia. Sono questi i flussi? Costruiamo nuove strade quando met dei camion viaggiano vuoti; o maxi piattaforme portuali per far girare container pieni di cianfrusaglie dalla Cina, ben sapendo che come il prezzo del petrolio va su i traffici si fermano.

Scusi, ma come le facciamo girare le merci?
C' la ferrovia, che potenzino quella. Noi abbiamo progetti meravigliosi su rotaia. Ma ai giornali non le raccontiamo altrimenti ce le bruciano.
B. L.


28/10/2009

registriamo tuttala seduta del consiglio
la protesta dei grillini: faremo vedere il filmato alla gente
Genova. Registreremo integralmente il consiglio regionale cos lo faremo vedere alla gente che alle prossime elezioni sapr come comportarsi hanno detto gli ambientalisti e i grillini, ieri mattina, in Regione, ??stato un incontro a muso duro, in cui sono volate accuse e minacce, quello tra alcuni esponenti della Casa della Legalit e del Meetup Amici di Beppe Grillo con Luigi Cola (Pd), Carlo Vasconi (Verdi), Matteo Marcenaro (Pdl) e Nicola Abbundo (Pdl), consiglieri regionali che fanno parte della commissione consigliare regionale Territorio e Ambiente che ha lincenziato il piano casa, contestato dagli ambientalisti, ma atteso ma moltissimi liguri per poter ampliare di pochi metri quadrati, giusto la cameretta in pi, le abitazioni.
Secondo la delegazione che ieri stata ricevuta in Regione, la commissione non si sarebbe comportata correttamente. Una volta approvato il piano avrebbe dovuto convocare una seconda volta tutti, comitati e coordinamenti territoriali ambientalisti per far valutare da loro la correttezza della decisione.
Sul merito gli ambientalisti hanno chiesto il blocco di ogni sorta di possibilit di ampliamento nei territori dove sia risaputo sia il rischio sia il dissesto idrogeologico, nei Parchi e nelle zone storiche, nelle zone "sature", nelle zone di pericolo indicate dai Piani di Bacino cos come in ogni area protetta o vincolata degli altri strumenti di pianificazione urbanistica. Richieste che, anche sul sito della Casa della Legalit, sono state definite minime, non talebane.
L'incontro si concluso con una "promessa" da parte degli ambientalisti: oggi, puntuali alle 9.30 si ripresenteranno all'inizio del lavori del Consiglio Regionale che dovr votare sul Piano Casa e sugli emendamenti che saranno ripresentati in aula. E probabilmente, come annunciato nella riunione informale di ieri, si prensenteranno "armati" di telecamere per documentare - hanno detto - il comportamento del consiglio regionale.



news

15-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news