LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BARI Punta Perotti, non finita. Nuovo scontro sui suoli
14 ottobre 2008, corriere del mezzogiorno

Giustizia e cemento Udienza dinanzi al gup. La Procura si oppone

LAvvocatura dello Stato: revocate la confisca

La Procura di Bari dice no alla richiesta di revoca della confisca dei suoli sui quali sorgeva lecomostro di Punta Perotti abbattuto nellaprile del 2006 perch abusivo. La richiesta arriva dallAvvocatura dello Stato e listanza si basata su una norma inserita nel recente decreto anticrisi convertito in legge il 3 agosto scorso che determina i criteri di liquidazione del danno. La questione stata discussa ieri mattina dinanzi al gup del Tribunale di Bari, Marco Guida, che si riservato di decidere. La Procura, rappresentata dai sostituti procuratori Roberto Rossi e Ciro Angellilis si fermamente opposta alla richiesta dellAvvocatura (che rappresenta la presidenza del Consiglio dei ministri) sostenendo che la norma in questione non impone la revoca. Una revoca - spiegano i pm che non pu essere attuata perch esiste gi un giudicato penale (la sentenza di Cassazione) e che il risacimento previsto dalla Corte europea di Strasburgo - che ha sancito lillegittimit della confisca dei suoli imponendo allo Stato Italiano il risarcimento dei danni morali e materiali - non ha previsto un indenizzo cos ampio. Ma un accordo tra le parti.

Lemendamento sul quale si basata la richiesta dellAvvocatura stato presentato da un deputato del Pdl del Trentino Alto Adige e potrebbe rappresentare il riscatto degli imprenditori danneggiati dalla demolizione di Punta Perotti. Risale alla met di settembre la notifica di un decreto di Palazzo Chigi e inviato allAvvocatura di Stato con il quale si invitavano i legali ad assumere ogni iniziativa necessaria allo scopo di ottenere la revoca della confisca di suoli al giudice dellesecuzione. In primo luogo perch la Corte europea per i diritti delluomo ha condannato lo Stato italiano determinando peraltro una situazione al limite del paradosso: il Comune, resposabile dei permessi di edificazione illegali per Punta Perotti ora proprietario dei suoli confiscati.

Prima e dopo

A sinistra unimmagine della demolizione di Punta Perotti; a destra invece il parco realizzato dopo labbattimento

In secondo luogo, tornando alla questione della confisca, per la legge varata dal Parlamento lo scorso 3 agosto. Lentit del risarcimento non stato ancora stabilita (gli imprenditori Matarrese, Andidero e Quistelli hanno chiesto rispettivamente 274, 62 e 14 milioni di euro, ma per il momento intascano 40mila euro a testa per danni morali e spese legali) e se laccordo tra le parti non arriver sar la Corte europea a decidere come procedere. Il risarcimento si perfezionerebbe con la restituzione dei suoli da parte del Comune. Sempre che il giudice penale accolga la richiesta dellAvvocatura.

I palazzoni di Punta Perotti furono sequestrati il 22 marzo 1997, quando la Procura ottenne dal gip il decreto di sequestro per violazione delle leggi urbanistiche. Nel gennaio 2001, i giudici la Cassazione stabil che la lottizzazione era abusiva, i costruttori furono assolti e i suoli confiscati. Il 2 aprile 2006 lecomostro fu abbattuto, poi nellestate del 2007 dopo la rimozione dei detriti, lamministrazione comunale realizz un parco, ribattezzato 'Parco della legalit'. Infine a gennaio scorso la decisione della Corte europea dei diritti delluomo che ha condannato lo Stato dichiarando illegittima la confisca.

Angela Balenzano



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news