LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA - Il Pd: Ritirate la legge sul piano casa
Alfredo Franchini
La Nuova Sardegna 08/10/2009

CAGLIARI. Il Consiglio regionale lavora a oltranza, (marted ha chiuso la seduta alle due di notte), ma in realt questo non produce grandi effetti. Non c laccelerazione nei tempi che il Centrodestra vorrebbe per archiviare il piano casa e mettere mano alla Finanziaria. Il muro contro muro maggioranza-opposizione si riprodotto anche ieri; in discussione il quarto articolo della legge che prevede interventi di ampliamento degli immobili a finalit turistico ricettiva. E come si pu capire dal titolo dellarticolo si riproducono in scala gli stessi problemi della norma pi contrastata: anche in questo caso si parla della fascia dei 300 metri e di volumetrie da aumentare stavolta a favore degli alberghi. Si discute della necessit o meno di escludere totalmente o parzialmente la possibilit di realizzare nuovi posti letto assieme alle costruzioni destinate a fornire servizi aggiuntivi alla clientela. Il Centrosinistra con il capogruppo di Comunisti-Sinistra sarda-Rosso Mori, Luciano Uras e con il consigliere Gian Valerio Sanna (Pd), chiede alla Giunta una richiesta di chiarimenti sulle tipologie di volumetrie su cui si calcolano gli aumenti volumetrici in deroga autorizzati dal testo. Quali sono le volumetrie che rientrano? Quelle previste nel progetto, quelle realizzate senza concessione e poi sanate, quelle costruite in difformit alla legge e mai sanate?, ha chiesto Uras allassessore allUrbanistica, Gabriele Asunis. Senza un chiarimento su questo punto rischiamo che questa legge diventi una sanatoria complessiva senza oblazione. Quante volte possibile usufruire di questa legge?, stata la domanda posta dallex assessore allUrbanistica Gian Valerio Sanna al suo ex direttore generale e ora suo successore, in riferimento alleventualit che qualcuno possa chiudere una pratica di ampliamento e poi presentare una nuova richiesta. Sanna ha anche contestato la possibilit, prevista dallarticolo 8 (condizioni di ammissibilit degli interventi) di cumulare gli aumenti consentiti dal testo in discussione con quelli previsti da altre disposizioni di legge e dalle norme di pianificazione regionale. Lassessore Asunis ha spiegato che non si tratta di alcuna sanatoria. Ma lopposizione non convinta e Mario Bruno (Pd) ha chiesto alla maggioranza di ritirare la legge e rinviarla alla commissione. La Giunta regionale, presentando un emendamento di sintesi, ha ribadito di voler escludere un aumento dei posti letto negli alberghi e nelle altre strutture turistico-ricettive entro i 300 metri dal mare (150 metri per le isole minori). In precedenza era stato approvato il terzo articolo della legge sulle costruzioni nelle zone agricole. Una norma che disciplina gli incrementi volumetrici nelle zone agricole andando oltre gli indici massimi di edificabilit in deroga alle norme regionali in vigore. Si presta a diverse interpretazioni: lemendamento 424 sul quale la maggioranza si spaccata, a detta di alcuni presentatori dovrebbe incidere in via generale e, quindi, essere derogabile dal primo comma dellarticolo.



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news