LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA - Piano casa, in Aula sempre scontro
e. p.
L'Unione Sarda 07/10/2009

Un confronto estenuante, a cavallo fra l'approvazione dell'articolo 2 e la discussione del successivo. Si lavora a oltranza in Consiglio, fino a notte fonda, tappe forzate per arrivare in tranquillit all'esame della legge Finanziaria. Fra maggioranza e opposizione, sul Piano casa, non c' dialogo e il dibattito politico fra sordi. Il centrosinistra attacca su ogni passaggio a colpi di emendamenti, tentativi di modificare il testo della legge che vengono puntualmente respinti. Con accuse, confronti anche personali, richiami del presidente e scuse a denti stretti. Nella fase pomeridiana dei lavori, ieri in quattro ore sono stati discussi (e respinti) cinque emendamenti. Approvato l'articolo 2 del disegno di legge sul sostegno dell'economia attraverso il rilancio dell'edilizia, il presidente Claudia Lombardo ha guidato l'assemblea fino a tarda notte all'esame dell'articolo 3, legato soprattutto agli incrementi volumetrici nei fabbricati dei terreni agricoli. IN AULA Nel primo pomeriggio era stato approvato l'ultimo emendamento all'articolo 2, quello che riguarda i centri storici (zona urbanistica A) e in particolare gli interventi ammissibili di incremento volumetrico negli edifici costruiti dopo il 1950. Interventi consentiti solo se l'edificio in questione sia effettivamente in contrasto architettonico con il contesto circostante, decisione che arriver da ogni Consiglio comunale entro tre mesi dall'entrata in vigore della legge. Nel corso del dibattito, dopo numerose chiamate in causa, l'assessore all'Urbanistica Gabriele Asunis ha smentito che possano essere sanate opere realizzate abusivamente. Asunis ha anche chiarito le perplessit sollevate dall'opposizione in merito alle tre nomine della commissione per la tutela del paesaggio, annunciando di aver gi presentato un emendamento aggiuntivo per la salvaguardia dei territori a rischio idrogeologico. Per l'opposizione, nel pomeriggio, il consigliere Franco Sabatini (Pd) aveva affermato che il centrosinistra non contrario a un Piano casa, e molte delle cose contenute nel disegno di legge sono condivisibili, ma ci sono troppe contraddizioni. Non stato l'unico a chiedersi cosa potr accadere entro la fascia dei 300 metri con l'aumento delle cubature?, perch numerosi interventi - nonostante l'articolo 2 fosse ormai stato approvato - hanno toccato ancora il punto caldo della fascia vicino al mare. Secondo il consigliere Cesare Moriconi (Pd), vice presidente della commissione Urbanistica, il via libera agli aumenti volumetrici sui 300 metri rappresenta non l'abbattimento di un vincolo, ma la demolizione di un valore e l'annullamento di una storica conquista di civilt del popolo sardo. Il consigliere Luigi Lotto (Pd) ha dichiarato: Non condividiamo affatto questo controverso disegno di legge, si sta creando un pericoloso clima di deregulation alimentando attese insane. Per l'opposizione l'impresa agricola va messa in condizioni di operare, ma non va bene che si voglia affrontare il tema con norme straordinarie e temporanee. NELLA NOTTE Il Consiglio andato avanti fino a notte inoltrata. Intorno alla mezzanotte, stato approvato un emendamento proposto dall'Udc, sul quale c'era il parere non favorevole della Giunta, con 32 s e 31 no. In sintesi, nei terreni agricoli con superficie minima di un ettaro si potranno realizzare nuovi interventi fino a un massimo di 100 metri quadrati di area edificabile. Il Piano paesaggistico prevedeva il lotto minimo di 3 ettari. I CENTRI STORICI Sono tanti i centri storici, soprattutto nelle citt della Sardegna, che necessitano di interventi di salvaguardia e di miglioramento delle abitazioni, ha detto il consigliere del Pdl Edoardo Tocco, questo viene consentito grazie all'articolo 2, che l'opposizione ha cercato di affossare presentando un numero incredibile di emendamenti. Per Tocco a certe brutture che persistono nei nostri centri storici si potrebbe porre rimedio con un medio o piccolo intervento per migliorarne il possibile uso e magari abbellire tutto il quartiere. LA GIUNTA Breve seduta per l'esecutivo, ieri pomeriggio, nella pausa dei lavori del Consiglio. Assente il presidente Ugo Cappellacci (in trasferta a Bruxelles), ha presieduto il vicepresidente, Sebastiano Sannitu, assessore al Turismo. La Giunta ha assegnato poco pi di 100 milioni alle case di cura private, delibera che ogni anno ripartisce i fondi per la sanit privata. Sono state anche approvate le delibere sulle progressioni professionali all'interno dell'amministrazione, sul pacchetto di incentivi alle imprese del turismo e dell'artigianato e sulla programmazione degli interventi per il completamento di alcune aree portuali.



news

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

22-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news