LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

COMO - E ora sul muro si abbatte una stangata Iva
Dario Campione
Corriere di Como on line, 1 ottobre 2009

Palazzo Cernezzi dovr pagare il doppio di quanto previsto inizialmente


I tecnici comunali e regionali - questi ultimi invocati negli ultimi giorni per trovare una soluzione al problema muro - devono ancora fare chiarezza su futuri progetti e costi di demolizione dello stesso muro. Ma una cosa certa: le paratie, cos come sono oggi (e come, forse, non saranno pi domani) costano gi 1,2 milioni di euro in pi del previsto. Tutta colpa dellIva. S, proprio limposta tanto odiata dai professionisti e dagli imprenditori. LIva che, calcolata in un primo momento al 10% dei costi di costruzione, invece doppia. Il Comune deve cio sborsare il 20%. Conti alla mano, come detto, oltre un milione di euro, che Palazzo Cernezzi ha dovuto mettere subito in bilancio. Nellultima seduta del consiglio comunale, infatti, in sede di assestamento contabile, stato deciso di destinare lavanzo di amministrazione proprio alla copertura della maggiore spesa dovuta al raddoppio dellIva sulla costruzione della paratie. Cos come specificato dallo stesso ufficio stampa di Palazzo Cernezzi, ladeguamento dellimposta stato deciso su indicazione dellAgenzia delle Entrate, alla quale il Comune capoluogo aveva chiesto un parere. La nota dellAgenzia ha avuto leffetto del tutto identico a una doccia gelata. Soprattutto sul bilancio dellente, gi gravato da una diminuzione attesa (ma probabilmente non in queste proporzioni) degli introiti derivanti dagli oneri di urbanizzazione. Sta di fatto che lIva sulla costruzione delle paratie va pagata. Al 20% e non, come ipotizzato in un primo momento, soltanto al 10%. Misure in regola La riunione della giunta comasca, conclusa ieri dopo una discussione molto lunga, ha evidenziato alcune novit. Anche se manca lufficialit (non stata diramata alcuna nota) e si deve quindi fare affidamento sulle indiscrezioni, il sindaco Stefano Bruni avrebbe rassicurato i suoi assessori sugli sviluppi dellinchiesta. Dal palazzo di giustizia non sarebbero giunte, almeno fino a questo momento, notizie negative sul fronte delle indagini affidate dal pm Simone Pizzotti agli uomini del Corpo Forestale dello Stato. In particolare, il sindaco avrebbe confermato allesecutivo come le misurazioni del muraglione, effettuate dagli agenti della forestale, siano sostanzialmente in linea con i disegni e i progetti. Nessun abuso in vista, quindi, o quantomeno nessun errore nellinnalzamento del tanto contestato muro sul lungolago. Lega e tecnici Bruni non ha invece confermato ai suoi assessori quanto detto marted sera in diretta a 30 Denari, vale a dire la volont di affiancare ai tecnici comunali impegnati in questo momento nel cantiere un professionista esterno. Peraltro, la Lega Nord sarebbe decisamente contraria a una simile ipotesi. I due assessori del Carroccio a Palazzo Cernezzi, fino a questo momento, non hanno obiettato nulla, anche perch la questione non stata posta formalmente. Ma dai vertici provinciali del movimento il no a un nuovo professionista giungerebbe netto. La Lega sembrerebbe piuttosto orientata a incaricare nuovamente i vecchi progettisti dellopera. Il problema dellabbattimento Una questione che invece rischia di esplodere, prima o poi, relativa alla decisione sullabbattimento del muraglione. Bruni ne ha parlato brevemente ieri al termine della giunta. Il punto semplice. Bisogna individuare il soggetto istituzionale - sindaco, esecutivo, consiglio comunale, apparato tecnico - e la procedura amministrativa - delibera, determina, ordinanza o quantaltro - con cui dare lok alla demolizione del manufatto. Chi dovesse firmare il provvedimento, tuttavia, si esporrebbe di fatto alla possibile procedura di richiesta danni della Corte dei Conti. Qualora la magistratura contabile dovesse infatti accertare responsabilit sulle spese, la scure si abbatterebbe inevitabilmente su chi avesse materialmente avallato la scelta dellabbattimento. Un problema non da poco. Alla fine, qualcuno dovr infatti comunque firmare un foglio di carta. Nella speranza che non sia la sua condanna.




news

23-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news