LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MESSINA I fondi per il suolo spesi in rappresentanza
05/10/2009 CORRIERE FIORENTINO

Il caso Lamministratore: Solo speculazioni, non utilizzer tutta quella somma



Il 18 settembre il sindaco Buzzanca ha dirottato la somma di 15 mila euro



Non sar una grande somma, poco pi di 35 mila euro, ma fa un certo effetto vedere da dove sono stati prelevati e soprattutto dove sono finiti. Invece di pensare ad evitare il dissesto del territorio, meglio preoccuparsi di tenere buone relazioni e poi magari riparare il tetto di qualche chiesa. Quelle s che sono cose che portano voti. E questo non uno o due anni fa, ma esattamente 20 giorni prima della strage di Giampilieri. Il provvedimento del sindaco di Messina Giuseppe Buzzanca porta la data del 18 settembre e preleva quella pur modesta somma dalle spese per il funzionamento dellufficio che si dovrebbe occupare appunto della difesa del suolo per destinarne una parte (15mila euro) a spese per relazioni pubbliche e di rappresentanza e di funzionamento del sindaco, e il resto a manutenzione e/o attrezzature per edifici serventi al culto e alla quota associativa alla lega delle autonomie locali. Non siamo alla sagra della salsiccia di cui parlava il capo della protezione civile Guido Bertolaso, ma poco ci manca. Eppure dopo la frana Buzzanca stato tra i primi a puntare il dito contro labusivismo edilizio e chi devasta il territorio. Ma concretamente questo ufficio difesa del suolo di cosa si occupa? Ma quale ufficio? replica sorpreso Carmelo Gio, unico geologo in forza al comune , da noi non esiste un ufficio del genere. Magari ci fosse. Forse ci sar il capitolo di spesa nella speranza di crearlo, ma al momento non c alcun ufficio difesa del suolo. Ma allora ha fatto bene il sindaco a togliere quei soldi? Sono un geologo, questa una delle aree pi a rischio dItalia. Non aggiungo altro.

Che sia necessario lo dice chiaramente il capo del genio civile di Messina Gaetano Sciacca. Caspita se importante in unarea ad altissimo rischio sismico e idrogeologico. Ma a Messina non mancano solo uffici e fondi necessari, manca innanzitutto la consapevolezza di quanto sia necessaria la difesa del territorio se realmente si vogliono evitare tragedie come quella di Scaletta e Giampilieri. Sono anni che faccio denunce alla procura: in questa citt non si mosso mai nulla tranne poi fare bei discorsi quando ci sono i morti. La questione indigna persino esponenti dello stesso partito di Buzzanca. imbarazzante vedere come vengono utilizzati soldi che dovrebbero essere destinati alla difesa del territorio attacca il consigliere del Pdl Lello Pergolizzi tutto ci dimostra lassoluta mancanza di sensibilit verso questi temi che accomuna tutte le amministrazioni che hanno governato Messina. E lui, il sindaco, come si difende? Mi sembrano solo speculazioni basate su argomenti speciosi. Quanto allufficio difesa del suolo ma certo che esiste, si occupa di vigilare sul territorio per evitare la cementificazione abusiva o il controllo di discariche lungo il corso dei torrenti ed altre cose del genere.

Dunque questioni importanti, che attengono proprio alla prevenzione di tragedie come quella di pochi giorni fa. Si, ma non che abbiamo ridotto questo tipo di servizio assicura anzi abbiamo una vera task-force che vigila sul territorio. Sar, ma dove sono finiti quei soldi? Magari per qualche autobus per i bambini disabili. No, spese di rappresentanza. S, ma io non le utilizzo mai queste somme, se non solo per servizi essenziali. Insomma tutto in regola per il sindaco di Messina. Tanto in regola che il governo ha preferito scavalcare sindaco e presidente della provincia di Messina nominando commissario per lemergenza post-alluvione il governatore Lombardo. Pare che nello staff di Bertolaso non abbiano gradito la disorganizzazione trovata dopo lalluvione. Eppure Messina ha anche il suo bel piano di protezione civile.

Lamministrazione Buzzanca lha presentato in pompa magna alcuni mesi fa ma tutti sanno che esiste solo sulla carta: Di concreto non c nulla denuncia Sciacca non ci sono punti di raduno, edifici di prima accoglienza e soprattutto vie di fuga. Una questione terribilmente seria che riguarda proprio quelle borgate a monte di Giampilieri come Molino Atolia, che infatti sono rimaste isolate per tre giorni. Anche il prefetto Francesco Alecci conferma: C una sola strada e non c nemmeno un punto dove fare atterrare lelicottero. Vecchi e bambini abbiamo dovuto trasferirli calando il verricello. Si rende conto cosa vuol dire?. Lo stesso piano di protezione civile pi che del sindaco opera del prefetto che lo ha messo gi nel 2008 consegnandolo chiavi in mano a Buzzanca. Ma, appunto, esiste solo sulla carta. Come sulla carta c un ufficio tutela del suolo, mentre i soldi (veri) finiscono per spese di rappresentanza.

Alfio Sciacca



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news