LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Musei, arriva CiceRobot
Rosalba Miceli
La Stampa , 9/6/2004

Negli ultimi anni l'intelligenza artificiale e le tecnologie multimediali si sono messe al servizio dei beni culturali. Il museo il luogo ideale di sperimentazione perch prevede l'integrazione tra diversi elementi: la struttura-contenitore, le opere-contenuto e un percorso logico di fruizione, con lo scopo di sollecitare nel visitatore un'esperienza il pi possibile interessante e coinvolgente. Un ruolo importante gioca la scelta dell' apparato comunicativo, che non deve risultare invasivo, perch la comunicazione intrinseca all'opera d'arte; quest'ultima si realizza, infatti, solo quando l'atto comunicativo viene completato, e cio raggiunge con successo i suoi destinatari (Francesco Antinucci, Comunicare nel museo, Laterza, 180 pagine, con DVD video, 24 euro). A sua volta ogni fruitore portatore di un proprio mondo che dialoga con l'opera stessa, quasi come nell'incontro tra due persone. Occorre dunque una tecnologia che punti allo sviluppo umano, lontana dai modelli spersonalizzanti del videogioco.
Interattivit la parola chiave che anima la nuova multimedialit tesa a rendere pi efficace il messaggio che si intende comunicare. Sotto il forte impulso di questo indirizzo di ricerca, i musei stanno uscendo dalla concezione di stanze delle meraviglie, per avviarsi a diventare il luogo della scoperta e dell' apprendimento. Guardiamo da vicino alcune applicazioni. Il progetto triennale PEA-CH (Personal Experience with Active Cultural Heritage), coordinato da Oliviero Stock, gi presidente dell'Associazione italiana per l'Intelligenza Artificiale e attualmente senior fellow del Centro per la Ricerca Scientifica e Tecnologica di Trento (ITC-irst), si sviluppa secondo delle linee guida che riguardano l'aspetto personalizzato della visita, narrativo (ogni oggetto, anche il pi piccolo particolare, ha una storia da raccontare), e l'interazione diretta, amichevole, con il visitatore, con l'obiettivo di legare la funzione culturale all'educational entertainment. Le sperimentazioni sono in corso al Castello del Buonconsiglio di Trento e a Saarbrucken, presso il Volkinger Hutte, museo sull' industria metallurgica sponsorizzato dall'Unesco.
Seguiamo dapprima il percorso classico di un visitatore che si reca al Castello del Buonconsiglio per ammirare gli affreschi del Ciclo dei Mesi di Torre Aquila. All'ingresso riceve una cuffia con registratore. Ascoltando la cassetta, nel tempo e nel modo prestabilito, riesce difficile soffermarsi sugli affreschi ricchi di particolari, tipici del Gotico internazionale. Il tour sperimentale inizia con una visita 3D immersiva su grande schermo, comandata a voce. Al momento della visita vera e propria l'utente sceglie un personaggio animato che viene caricato sul computer palmare in dotazione (in wireless). Il sistema interpreta il suo comportamento, per esempio quanto tempo sosta davanti a ciascun affresco (la stanza equipaggiata con sensori infrarossi) e genera dei documentali personalizzati, con narrazione coerente al contesto e al gradimento, in modo da creare un coinvolgimento emotivo. Una webcam sul palmare permette di inquadrare i particolari che, riconosciuti dal dispositivo mediante tecniche di visione artificiale, possono diventare oggetto di una presentazione multimediale. All'uscita il visitatore riceve una sintesi scritta su quello che ha visto e gradito, con suggerimenti per approfondimenti.
Nel 1988 Stock cre Alfresco, un prototipo di assistente personale sull'arte italiana del Trecento che, interagendo con la persona, si costruiva un modello dei suoi interessi e in base a ci forniva informazioni. Adesso in PEACH confluiscono tecniche di intelligenza artificiale e microsistemi, mentre ulteriori studi sono in corso sull'analisi del gesto e del parlato. Al progetto, finanziato dalla Provincia oli Trento, partecipano 25 ricercatori tra l'ITC-irst e l'Istituto tedesco per la ricerca in Intelligenza Artificiale.
Visite particolari offrono i robot museali, che possono fungere da divulgatori d'informazioni e intrattenitori, oltre che da accompagnatori. Il pioniere in questo campo stato Rhino, realizzato nel 1987 dall'Universit di Bonn, sulla piattaforma B21r della RWI. Gemello di Rhino, ma dotato di 'buon senso', CiceRobot (alias Cicerone) il prototipo di accompagnatore sviluppato dalla Facolt di Ingegneria Informatica dell1 Universit di Palermo, si muove nell'ambiente non in modo reattivo ma pianifica il movimento combinando la tecnologia Cyc ideata da Douglas Lenat e simulazione 3D (Progetto PDL Cyborg). Il robot consente una visita personalizzata, in base al profilo dell'utente che si imposta all'ingresso. Un computer palmare (in wireless) permette all'utente di ottenere informazioni specifiche dal server o di chiedere al robot di seguirlo. Il ricevitore di segnali GPS sul palmare localizza la posizione del visitatore in spazi aperti, come parchi archeologici, o con ampie vetrate, rilevata dal sistema satellitare (presto questa tecnologia sar trasferita su telefonino), mentre l'integrazione tra il robot e il palmare realizzata con sistemi ad agenti mobili su piattaforma Jade-Leap fornita da TI-Lab (Telecom Italia Lab) di Torino.
Un'altra linea di ricerca segue Flavia Sparacino, ingegnere progettista che al Media Lab del MIT (Massachusetts Institute of Technology), ha sviluppato delle tecnologie legate all'analisi dei movimenti nello spazio. Adesso dirige il gruppo Sensing Places operante tra l'Italia e gli Stati Uniti. L'idea di base creare spazi narrativi interattivi che diventino spazi scenici (della messa in scena), trasformando il museo in un living theatre. Cos un visitatore pu selezionare gli argomenti preferiti (che verranno visualizzati con immagini e filmati su un grande schermo) spostandosi sulle rispettive icone disposte su un tappeto di luce proiettato sul pavimento. O muovendo un oggetto, come fosse un mouse, su un tavolo interattivo.
Wearable Museum (Museo Indossabile) utilizza invece la tecnologia dei computer indossabili: in questo caso, occhiali-guida che integrano ci che si sta guardando fornendo immagini supplementari, su una sola lente (mentre l'altro occhio osserva normalmente) con un effetto "picture in picture", molto coinvolgente. Flavia Sparacino parla di "realt aumentata". Gli occhiali sanno se ci troviamo davanti ad un quadro di Pollock o di Warhol perch il dispositivo comunica con l'ambiente attraverso dei sensori all'infrarosso. Queste installazioni e gli occhiali hanno animato la mostra "La scena di Puccini", organizzata di recente dalla Fondazione Ragghianti di Lucca e prossimamente verranno utilizzati al Museo dell'Antica Olympia in Grecia.
Ma come si progetta un'esposizione multimediale? Tutto parte dall analisi delle necessit espositive -spiega la Sparacino - quando poi si tratta di realizzare nuovi musei, allora l'esperto multimediale lavora fianco a fianco con l'architetto per adattare la struttura dell'edificio alle installazioni che saranno ospitate all'interno. In questo momento il museo un laboratorio con la prospettiva di esportare tecnologie d'avanguardia verso l'esterno, in particolare verso lo spazio urbano, dove oltre alle opere d'arte gi note, esistono altre che solo nuove forme di comunicazione possono rendere visibili, riservando sorprese, incanti, suggestioni. La citt parla e comunica dai suoi muri, dalle superfici di porte, vetrine, balconi e con tutto quello che la anima. Il gruppo Sensing Places sta studiando altre soluzioni. La vetrina di un negozio pu diventare interattiva entrando in rapporto con chi la osserva. Anche il movimento dei passanti sul marciapiede (come se si spostassero sul tappeto di luce), proiettato su grandi schermi, pu rivelare geometrie insospettate. In fondo non ci vuole un paio di occhiali, ma uno sguardo nuovo per accorgersi che ogni citt un museo all'aperto.



news

24-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news