LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Fabbricando case in Campania. La camorra brinda?
di Nello Trocchia
Articolo 21 - INTERNI - 30 settembre 2009







Peggio della proposta berlusconiana. Ricordate il piano case? L’aumento di cubature e le polemiche successive? Ogni regione ha proposto e approvato testi di legge dopo l’impulso dell’esecutivo. In Campania la norma non ha ancora terminato il suo iter. Dopo l’approvazione in giunta e il passaggio in commissione, domani arriva in consiglio regionale. Un sì con accordo bipartisan nel silenzio di tv e stampa nazionali. Per molti è un testo pessimo che apre ad un vero sacco della regione governata da una maggioranza di centro-sinistra.

Le tappe. Il 28 giugno la giunta regionale approva il piano case. “ Scongiurare un irreparabile attentato al territorio” con questo auspicio intellettuali, urbanisti ( da Salvatore Settis ad Asor Rosa, da Aldo Masullo a Gerardo Marotta) scrivono al Capo dello Stato per bloccare la legge. Denunciano ‘una deroga alla deroga degli strumenti urbanistici, l’esautoramento dei comuni” paventando il rischio di ‘ uno stravolgimento del territorio campano, già stravolto dalla speculazione e da anni di abusivismo edilizio”.

Il 24 settembre la commissione urbanistica, presieduta dal piddino Pasquale Sommese, licenzia il testo. Il Consiglio regionale dovrebbe avviare la discussione domani 30 settembre. Restano molti punti critici nel nuovo testo che aprono ad un possibile sacco edilizio. Primo punto: la norma ( articolo 5) prevede il recupero delle aree dismesse in zone urbanizzate destinando il 20% del recuperato ad edilizia convenzionata. Ma si prevede che il comune non abbia nessuna voce in capitolo, il privato fa la domanda all’ufficio tecnico e l’ente locale viene completamente esautorato. “ In questo modo non c’è nessun governo del territorio – denuncia il consigliere regionale Rosania Gerardo, già sindaco antiabusivismo di Eboli – il privato fa case e nuovi quartieri dormitori senza porre il problema dei servizi, di luoghi di aggregazione”.

Ma l’articolo consente di cambiare la destinazione d’uso agli edifici. Quindi è possibile che un capannone industriale abbandonato possa trasformarsi in case. Nella regione dove il ciclo edilizio è sotto il controllo dei clan di camorra questo è un pacco regalo all’impresa criminale. “ Questo è il punto decisivo. Senza mettere i paletti (temporali e di passaggi proprietari), e mi dicono che già sta avvenendo, è possibile accaparrarsi queste aree industriali per trasformarle in abitazioni. E oggi chi è il finanziere che può mettere denaro contante da investire?”.

Contro questo disegno di legge si sono espressi tutte le associazioni ambientalisti. Concordi Pd e Pdl.

Ascolta l’intervista a Rosania Gerardo, consigliere regionale sinistra per la sinistra e libertà.

http://www.articolo21.info/9038/notizia/fabbricando-case-in-campania-la-camorra-brinda.html


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news