LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - Turisti, il business delle guide abusive
Dario Martini
21/09/2009 IL TEMPO



Si appostano in punti strategici e offrono tour a prezzi maggiorati per Colosseo, Fori, Vaticano, piazza di Spagna e Trevi. I ciceroni regolari: "Ci stano rovinando. Mancano i controlli".

Le chiamano gallinelle. Sono gli acchiappa turisti. Si appostano alle uscite della metro, alle fermate dei bus, nei punti strategici vicino ai monumenti. In piazza Risorgimento o in via della Conciliazione per accalappiare chi vuole visitare San Pietro o i Musei Vaticani. All'entrata del Foro romano, sotto l'Arco di Costantino e alla colonna Traiana. A piazza di Spagna e alla Fontana di Trevi. Si spacciano per guide turistiche. Ma non lo sono. A fare concorrenza alle circa mille guide regolari ci sono almeno duemila abusivi. Per poter lavorare come ciceroni bisogna superare un esame ed ottenere un tesserino dalla Provincia. obbligatorio tenerlo ben visibile sul petto. Basta fare un giro tra le meraviglie della Capitale per accorgersi che la maggior parte delle guide non autorizzata. Del tesserino neanche l'ombra. E l'ignaro turista il pi delle volte viene spennato. La tariffa regolare sarebbe 30 euro all'ora per ogni comitiva (116 euro il costo di un tour giornaliero di tre ore con 20 persone).

La domenica e i festivi viene applicata una maggiorazione. Gli abusivi, invece, scelgono il prezzo a loro piacimento: dieci, quindici, venti euro a persona. Ovviamente, tutto in nero. Non hanno nessuna agenzia alle spalle. I clienti se li procacciano da soli. La maggior parte sono stranieri madrelingua - spiega una guida che preferisce restare nell'anonimato per paura di ritorsioni - molti sono pseudostudenti di storia dell'arte. Non importa se confondono una colonna che risale a Cesare con l'epoca di Augusto. Se "annusano" i controlli, fanno finta di avere al seguito scolaresche o di essere in compagnia di amici. Ci stanno rovinando. Anzi, hanno gi rovinato questo lavoro. E poi ci sono le gallinelle. Detti anche galoppini.

La maggior parte sono giovani. Tra i venti e trent'anni. Ieri mattina sotto al Colosseo una ventina di ragazzi aspettavano i clienti. Quattro all'uscita della metro, sette all'ingresso del monumento e due vicino all'Arco di Tito. Un altro gruppetto era pronto a braccare i turisti che arrivavano da via dei Fori imperiali. Si piazzano in punti stabiliti - racconta un'altra guida con al seguito un gruppo di tedeschi in via dei Fori imperiali - Le "gallinelle" hanno il compito di organizzare e trattare sul prezzo, poi portano la comitiva dagli abusivi o da alcune guide regolari che si prestano al gioco sporco. Se venissero multati tutto questo finirebbe. Servono pi controlli. Dietro c' una vera e propria organizzazione - spiega timorosa un'altra guida - una percentuale del guadagno va ai galoppini, una parte se la intasca la guida, il resto spetta ai "capoccia" che gestiscono il giro







news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news