LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TORINO - Il Comune recepisce il Piano Casa
Rossella Alemanno
Torinoclick - Anno 3, n156 (565) - marted 15 settembre 2009- Edizione delle ore 18

La deliberazione proposta dallassessore Mario Viano sullo
snellimento delle procedure in materia di edilizia e urbanistica.
Disposizioni ai sensi dellart.6 della Legge regionale
n.20/2009 sar discussa in consiglio comunale prima della scadenza del termine, fissato dalla Legge il 29 settembre prossimo.
La legge Regionale 20, il cosiddetto Piano casa ha previsto,
agli artt. 3 e 4, la possibilit di aumentare la volumetria esistenil valore raggiunto 2,5.
A tali prescrizioni il Comune si adeguer con la delibera
dellassessore Viano discussa oggi in Giunta e articolata in cinque punti che non si discostano, sostanzialmente, dal dettato regionale.
In sintesi, i primi due punti sono interpretativi della
legge: si d atto che tali interventi non sono realizzabili in parti del territorio caratterizzati da insediamenti storici e spazi che qualificano il tessuto urbano (punto
1). In tema di aree a rischio esondazione,
o franose, si rimanda integralmente alla variante regionale
n.100 e allallegato B del te di unit abitative
(art.3) o di riqualificare edifici
attraverso interventi di demolizione
totale o parziale e ricostruzione (art.4), in deroga ai
vigenti regolamenti edilizi o prg e agli indici in essi contenuti.
Gli artt. 3 e 4 della Legge 20 stabiliscono
per limiti precisi: gli ampliamenti sono ammessi solo nella misura del 20% della volumetria esistente, e solo per unit uni/bifamigliari, a condizione di non superare
una volumetria finale complessiva di 1.200 metri cubi dunque,
nei requisiti rientrano abitazioni intorno ai 300mq., e non
oltre.
Lart.4, invece, che prevede un ampliamento del volume esistente
a seguito di demolizione, fissa il valore numerico da raggiungere
in materia di qualit ambientale energetica per stabilire
la percentuale di ampliamento ammessa: 25% in pi se
si raggiunge il valore 1,5 del Protocollo Itaca; 35% in pi se Piano per lassetto idrogeologico (P.A.I.), eliminando cos le
eventuali preoccupazioni su ulteriori possibili restrizioni da
parte del Comune.
Le seguenti aree, invece, saranno escluse dallapplicazione
degli artt. 3 e 4:
- aree destinate a servizi (dove ci sono unit abitative);
- destinate a viabilit;
- interessate da fasce di rispetto (limitrofe a cimiteri, acquedotti, ecc,);
- classificate come zone boscate;
- relative agli edifici caratterizzanti il tessuto storico anche
esterni alle zone urbane storico-ambientali.
Non si potr derogare in nessun caso, nella parte di territorio
a levante del fiume Po, allaltezza massima degli edifici stabilita dal regolamento edilizio del 1908, che di 15 metri in altezza.
In ultimo, la delibera stabilisce regole per chi intende trasformare in residenza anche i piani pilotis, ai sensi dellart. 3 della Legge 20. Per i fabbricati con piani pilotis allineati al filo stradale, pubblico o privato, la trasformazione potr avvenire soltanto se con un arretramento dalla strada di almeno 3 metri.



news

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

16-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 agosto 2019

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news