LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PIACENZA - Quaranta quadri dell800 e un donatore misterioso
Chiara Gatti
la Repubblica (Milano) 17/09/2009

passato un secolo da quando il nobile piacentino Giuseppe Ricci Oddi cominci a collezionare opere darte con lo scopo di arredare casa, abbinando i colori dei dipinti a quelli del divano e della tappezzeria. Scelte di comodo che, col passare del tempo, sono diventate sempre pi capricciose, al limite della fobia, arrivando a contagiare la sua mente con lossessione della collezione perfetta. Esattamente ci che successo in tempi recenti a un farmacista lodigiano che, partito da certi acquisti casuali fatti in giovent, si ritrovato a foderare le parete della propria dimora di capolavori riuniti inseguendo una doppia vocazione. Per la pittura toscana dellOttocento - meglio se macchiaiola fiorentina e, in secondo ordine, per il piccolo formato, pallino tipico di una moda collezionistica dal profilo domestico.
Assecondando il mercato italiano che, negli anni Sessanta e Settanta, premiava proprio larte moderna toscana in bilico fra realismo e impressione, questo erede spirituale del nobile Ricci Oddi ha finito insomma per trascorrere la vita a caccia dei tasselli mancanti di una raccolta impeccabile. La stessa che oggi, desideroso di rendere pubblica tale passione, ha deciso di concedere sotto forma di deposito temporaneo (in attesa di trasformarsi in donazione) alla storica Galleria darte di Piacenza che, inaugurata da Umberto e Maria Jos di Savoia nel 1931 per accogliere i gioielli della collezione Ricci Oddi, rappresentava a giudizio del farmacista mecenate il luogo ideale per ospitare gli esemplari di un fondo cos mirato.
A convincere lanziano collezionista (che nel Lodigiano molti conoscono, ma che ha voluto conservare lanonimato) sono stati i numeri dellistituzione piacentina che nei suoi spazi, concepiti allepoca dallarchitetto Giulio Arata come un labirinto si sale poligonali disposte a raggiera, espone centinaia di pezzi di straordinaria qualit, repertorio completo della ricerca in Italia nel XIX secolo, divisa per scuole regionali, con Pellizza da Volpedo e Previati, Segantini e Zandomeneghi, Boldini e Medardo Rosso. Con tutti loro, sembra che Ricci Oddi "parlasse" regolarmente durante le sue passeggiate nel museo. A fargli compagnia arrivano adesso una quarantina di nuovi dipinti, coevi e compaesani, fra i quali si contano Fattori, Lega, Cabianca o Nomellini, in una mostra (a cura di Sergio Rebora) che propone raffronti continui fra i grandi quadri della Galleria e le new entry.
Accanto al famoso Ritratto di Signora di Boldini, incamerato a suo tempo da Ricci Oddi, ecco allora un bel paesaggio firmato dallo stesso maestro ferrarese, mentre nella sala accanto fanno coppia due tele di Signorini, uno scorcio campestre e una spiaggia, capolavoro giovanile dellartista di straordinaria freschezza e sentimento quasi surreale. Da non perdere, nella sezione degli italiani a Parigi, Zandomeneghi e De Nittis. Il primo con una figura femminile cos rarefatta da far sbiancare Renoir, il secondo con una piccola impressione di campagna francese, siglata con quel tratto felice che gli procur le invidie di Degas e compagni.



news

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

16-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 agosto 2019

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news