LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - L´appello dei comitati del centro storico: "Ora il sindaco ci ascolti""Bancarelle e chioschi via dal Tridente"
LAURA MARI
DOMENICA, 13 SETTEMBRE 2009 LA REPUBBLICA - - Roma




"Troppi permessi in barba al decoro urbano e alla concorrenza sleale verso i negozianti"
Una raccolta firme per chiedere la revoca delle licenze e più sorveglianza anti-abusivismo

Davanti ai negozi storici, cianfrusaglie da quattro soldi. Accanto alle vetrine delle griffe dell´Alta Moda, paccottiglia di ogni tipo. E a pochi metri dai monumenti, gadget di dubbio gusto, accessori contraffatti e magliette con scritte e disegni volgari. Le associazioni dei residenti e dei commercianti del centro storico e, in particolare, dell´area del Tridente (ovvero quella compresa nel triangolo piazza del Popolo-piazza di Spagna - via di Ripetta) dichiarano guerra alle bancarelle.
Una lotta che gli abitanti del I municipio portano avanti da anni, ma che ora intendono proseguire ad oltranza organizzando una raccolta di firme per chiedere al sindaco Gianni Alemanno di revocare tutte le licenze concesse agli ambulanti e di aumentare i controlli contro gli abusivi. «Con questa petizione - dice Roberto De Censi, presidente dell´associazione Ricominciamo da Trevi - vogliamo porre un freno al degrado provocato dalla presenza di camion bar, chioschi, venditori di caldarroste e bancarelle che assediano i luoghi più belli della città e che spesso oscurano monumenti e negozi di pregio».
Della stessa opinione è Viviana Di Capua, portavoce dell´associazione Abitanti centro storico, secondo cui «un´iniziativa del genere non può che essere condivisa ed è ora che sia il sindaco Alemanno che il presidente del I municipio Corsetti verifichino ad una ad una le licenze concesse alle bancarelle, affondando le mani in carte e autorizzazioni rilasciate in questi anni con poco rispetto nei confronti dei residenti, dei commercianti e delle aree storiche e artistiche di Roma. Senza contare- prosegue la Di Capua- che spesso queste bancarelle ostruiscono il passaggio dei mezzi di soccorso e delle auto delle forze dell´ordine».
A parlare di «orribili bancarelle» è anche il presidente dell´associazione Argentina-Arenula, Marco Lepre, che precisa come, nonostante da decenni residenti e commercianti del centro storico combattano tale fenomeno appellandosi al buonsenso del Comune, «si continuano ad autorizzare nuovi spazi per l´occupazione di suolo pubblico, in barba al decoro della città e alla sleale concorrenza di tali bancarelle nei confronti dei commercianti». Il presidente dell´associazione Tridente, Adriano Angelini chiede che «siano soprattutto le bancarelle situate in quell´area ad essere spostate», l´associazione Argentina-Arenula, ricorda che due anni fa un´operazione condotta da carabinieri, vigili del fuoco e ministero dei Beni Culturali determinò «la revoca delle autorizzazioni e la rimozione delle bancarelle per motivi di decoro e sicurezza» e ribadisce inoltre che «è dovere del sindaco procedere alla richiesta di modifica della legge regionale in modo da risolvere definitivamente il problema delle occupazioni di suolo pubblico, nel centro storico, da parte di bancarelle autorizzate e non».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news