LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FORUM DEL 2013. citta migliore. sogni e realta
di ERNESTO MAZZETTI
11 settembre 2009 - corriere del Mezzogiorno



C hiss se il Forum delle Culture potr offrirci una Napoli migliore. L'appuntamento per il 2013. Quaranta mesi nel corso dei quali, lo ha annunciato il Comune a fine agosto, si dovrebbe riqualificare il centro storico, impiegando 220 milioni di fondi europei.

Come accade di fronte a programmi e prospettive credo si debba valutare quanta distanza intercorre tra il desiderabile e il possibile. Nulla pi desiderabile che vivere in una Napoli migliore; mostrare al mondo una citt pi attraente della odierna. Ma viene da chiedersi: il problema Napoli, intesa come struttura urbana con vasti ambiti che architetture e monumenti connotano come storici? O non piuttosto maggior problema sono i napoletani? Quelli che abitano rioni centrali che esibiscono la nobilt della storia ma anche la miseria di anarchia urbanistica e degrado edilizio? E quelli che abitano a ridosso dellarea centrale, nei rioni di espansione novecentesca, o nella disordinata periferia che, superati i confini comunali, dilaga in una informe area metropolitana inglobante tutti o quasi i comuni della provincia e non pochi delle province adiacenti?

Il problema (e il desiderio!) di una Napoli migliore sincrocia, dunque, col problema di migliorare i napoletani, in un intreccio non districabile di cause ed effetti. Quanto di questo desiderabile obiettivo pu rivelarsi anche possibile? I comportamenti pubblici e privati osservabili nellarco temporale dellultimo decennio (e non solo!) inducono al pessimismo. Sul fronte dei comportamenti sociali, a mali antichi, come criminalit organizzata, illegalit diffuse, inesistenza di cultura civica, saggiungono innumerevoli, recidivanti episodi di microcriminalit giovanile. Preoccupante segnale. Quale futuro per una comunit che non pu riporre speranze di riscatto neppur nei suoi componenti pi giovani? Una realt complessa e difficile. Non sembra che quanti tale realt abbiamo eletto a governare in sede locale, regionale, ma anche nazionale abbiano finora mostrato di saper operare in modo efficace.

Dai programmi enunciati per offrire una Napoli migliore al Forum del 2013 non ci si potr aspettare nulla di pi che miglioramenti estetici di pregevoli siti urbani oggi degradati. Sarebbe gi confortante vedere, fra quattro anni, restituiti a decoro e a sicurezza siti come i Decumani, Costantinopoli, le area museali. Purch, intorno a progetti che, presumo, dovranno incidere anche su strutture edilizie e viarie, non emergano paralizzanti diatribe, pi o meno alimentate da interessi di parte, tra esperti veri e presunti. Diatribe che fanno di Napoli la sola citt europea che dal dopoguerra privata di ogni positiva esperienza di rinnovo urbano.

Qualche avvisaglia gi la si avverte. Un archistar come Fuksas ha ammonito a non disperdere lumanit dei vicoli. Diamogli atto di buona volont. Ma dubito che sappia qualcosa degli atavismi cittadini che di tale umanit fanno un drammatico nodo sociale da almeno cinque secoli. Trasfigurato, certo, nelle pagine di Giuseppe Marotta. Ma interpretato pi verosimilmente in quelle di Viviani e Rea. O dalle cronache quotidiane dei nostri giornali.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news