LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - Case nelle aree ferroviarie? Il sindaco blocca tutto
SABATO, 11 LUGLIO 2009 LA REPUBBLICA Firenze



Dopo la strage di Viareggio Palazzo Vecchio vuole riflettere





Comune e Regione avevano dato 150 mila metri per i 4 ettari del teatro alla Leopolda

Costruire nelle aree ferroviarie? Dopo Viareggio va fatta una riflessione, dice il sindaco Matteo Renzi. Non ancora un dietrofront, per uno stop a tutto tondo. Lo stop al protocollo dintesa firmato a fine 2008 da Comune, Provincia e Regione da una parte e Ferrovie dallaltra: laccordo politico in base al quale le amministrazioni pubbliche, in cambio dei 4 ettari ceduti dalle Ferrovie alla Leopolda per il nuovo Teatro Comunale, concedono il via libera a 150mila metri quadrati di case ed uffici da tirare su nelle aree ferroviarie di Campo di Marte, Rifredi, Romito, viale Belfiore e anche a Porta al Prato.
Uno stop autocritico, visto che Renzi stato uno dei firmatari del protocollo con le Ferrovie al tempo in cui era presidente della Provincia. Ma proprio per questo pi dirompente: cosa vuol fare Renzi di quel protocollo, carta straccia? Va fatta unattenta riflessione, dopo ci che accaduto a Viareggio bisogna riflettere sulledificazione nelle aree ferroviarie, si limita a ripetere.
Si visto nel tragico incidente di Viareggio quanto sia inopportuno costruire nelle aree ferroviarie. E visto che i treni attraversano i centri urbani, spesso portandosi dietro il carico di sostanze pericolose stipate in ferrocisterne continuare a riempire le aree ferroviarie di case e palazzi sarebbe come moltiplicare il rischio che gi esiste.
Quel protocollo solo un documento politico, non stato ancora tradotto in elaborati urbanistici, fanno presente gli uffici di Palazzo Vecchio. E stato cio stabilito che le Ferrovie potranno costruire fino ad un massimo di 150mila metri quadrati ma non stato deciso dove: quanti metri quadrati in via Campo dArrigo piuttosto che al Romito. Ma se le amministrazioni pubbliche dichiarassero nullo quel protocollo o quantomeno chiedessero di cambiarlo, che accadrebbe per i 4 ettari di Porta al Prato destinati ad accogliere il nuovo Comunale?
Per il momento si tratta di un impegno generale preso con le Ferrovie, non si parla ancora di interventi localizzati: serve un accordo di pianificazione, ha sostenuto giorni fa lassessore toscano allurbanistica Riccardo Conti, firmatario anche lui del protocollo di fine 2008. Cautela, prudenza. Ma non uno stop, da parte della Regione: Non si pu risolvere con qualche palazzo di meno un grande problema di sicurezza che riguarda tutto il Paese, perch i binari gi corrono dentro la citt, aveva del resto aggiunto lo stesso assessore Conti.
Adesso dopo lo stop di Renzi per anche la Regione dovr riflettere attentamente su quellaccordo: 150mila metri quadrati significano almeno 1.500 nuovi appartamenti. E solo il Comune pu dire lultima parola sulla realizzazione di 1.500 alloggi sulle aree ferroviarie che, almeno nel caso di via Campo dArrigo, saranno comunque messe a dura prova dallAlta velocit.
(m.v.)



news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news