LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Perch larcheologia clandestina rende pi della droga
Paolo Conti
05/07/2009 CORRIERE DELLA SERA

Denunce

Linchiesta di Fabio Isman I predatori dellarte perduta: un milione di oggetti trafugati

Sgombriamo il campo da un equivoco: anche se si proclamano tali, i 'tombaroli' non sono archeologi. Non scavano per studiare ma distruggono per lucrare. Non individuano un sito per chiarire cosa rappresenti, ma lo devastano per saccheggiarlo. Perch un reperto pu anche tornare, ma disgraziatamente il suo 'contesto' perduto per sempre .

Basterebbe questo passaggio per spiegare perch Fabio Isman, inviato speciale de Il Messaggero, abbia dedicato gli anni pi importanti e maturi della sua carriera a uno sterminato filone, verrebbe da dire a una inchiesta durata anni: il saccheggio del nostro patrimonio artistico, la sistematica devastazione operata dai famosi tombaroli con la complicit di mercanti internazionali privi di qualsiasi scrupolo morale e a dirigenti di grandi musei statunitensi fatti della stessa stoffa di un retaggio culturale unico al mondo. Ora esce per i tipi di Skira questo I predatori dellarte perduta. Il saccheggio dellarcheologia in Italia (pp. 222, e 19), sintesi del lungo e accurato impegno di Fabio Isman.

Lautore ha alle spalle altri anni professionali vissuti nella cronaca nera, nel terrorismo. E il felice passo narrativo del volume veramente figlio delluna e dellaltra esperienza. Perch sembra di immergersi in un thriller alla John Grisham (i lettori si rassicurino: nessuna barbosa digressione storico-artistica) che non lascia spazio alla noia.

Storie di scavi notturni, di investigatori italiani colti e sagaci, di mediatori ricchi non solo di denaro (e di sterminati depositi in Svizzera) ma anche di contatti internazionali ad altissimo livello. Perch tutto questo? Semplice, spiega Isman: Perch il reperto paga. Perfino pi della droga. E comporta assai meno rischi. Non si mai visto, ad esempio, un cane fiutare un oggetto antico in un aeroporto. Scoprire i predatori pi difficile che bloccare gli spacciatori.

Il triste risultato, come spiega il sommario di copertina, un milione di oggetti trafugati e ricettati. Isman si diverte, con amarezza, a tratteggiare i tipi umani coinvolti. Per esempio la sfrontatezza di Giacomo Medici e di Bob Hecht, protagonisti indiscussi del mercato nero mondiale di beni culturali, che si fotografano soddisfatti al Metropolitan di New York davanti alla teca che conservava il meraviglioso Cratere di Eufronio, poi restituito allItalia nel 2008 dopo una tesissima trattativa. Magari manca Indiana Jones. In compenso ci sono i nostri straordinari Carabinieri della Tutela del patrimonio culturale. Chiss che un giorno anche loro diventino protagonisti di un film, magari ispirato a questo coinvolgente e avventuroso volume.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news