LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Tolte le targhe al Vittoriano. Portavano la firma dell’ex ministro Giovanna Melandri (Ds)
Lauretta Colonnelli
Corriere della Sera 31/1/2003

Sono state rimosse le targhe sul Vittoriano, apposte quando era ministro Giovanna Melandri. Lo ha annunciato ieri il sottosegretario ai Beni culturali Nicola Bono. A porre il problema erano stati, con una interrogazione parlamentare, il deputato di Alleanza nazionale Teodoro Buontempo e quello di Forza Italia Luigi Muratori. La rimozione - sostiene Bono - si resa necessaria in considerazione sia della sostanziale inutilit delle due targhe, sia, in particolare, per scongiurare sul nascere ogni tentazione di possibile, futura azione emulativa da parte di chi, rivestendo la carica di responsabile dei beni e delle attivit culturali, avesse voluto utilizzare i monumenti quale luogo per testimoniare il proprio passaggio e quindi la propria vanit. Le due targhe erano in realt due semplici lastre di plastica trasparente con una lunga scritta in caratteri rossi e bloccate alla parete di travertino da quattro perni in acciaio. In fondo alla scritta c’era la firma della Melandri, che aveva inaugurato la riapertura al pubblico dell’Altare della Patria dopo i lunghi restauri. Una vicenda grottesca - commenta ora l’ex ministro - ma posso dire che sono contenta che il mio desiderio, espresso il giorno in cui ho lasciato l’incarico, sia stato finalmente esaudito. Quale desiderio? Di togliere la firma da quelle che in realt non sono targhe o lapidi, come qualcuno le ha definite, ma semplici manifesti di benvenuto ai cittadini, che doverosamente erano firmati dal ministro in carica. Per questo, quando me ne sono andata, ho chiesto al sovrintendente Ruggero Martines di togliere la firma, perch mi sembrava indelicato che rimanesse la firma di un ministro che non c’era pi. Il sovrintendente, che ha cose pi importanti di cui occuparsi, forse si dimenticato. Quando scoppiata la polemica con l’interrogazione parlamentare, ho rinnovato a Martines la richiesta per iscritto. E Martines mi ha risposto che avrebbe passato l’ordine al sovrintendente ai Beni architettonici di Roma Roberto Di Paola. Bono precisa che la rimozione non certo dettata dal desiderio di cancellare le tracce di chi ha preceduto al governo l’attuale compagine, bens dal dovere di tutelare la dignit delle testimonianze artistiche del nostro patrimonio culturale da qualsivoglia deturpazione e intervento. E sottolinea la tempestivit con cui si proceduto ad onorare l’impegno, che evidenzia l’efficienza che comincia a caratterizzare l’azione del ministero. La vera competizione dell’attuale ministero - ribatte la Melandri - avrebbe dovuto essere quella di far apparire tante altre targhe con la firma di Urbani. Invece il ministro ha bloccato centinaia di cantieri e tagliato i fondi per i restauri. Non si parla pi del museo dell’audiovisivo all’Eur, i lavori al Centro per le Arti contemporanee vanno a rilento, i restauri alla Domus Aurea e a Palazzo Barberini sono interrotti. Per non parlare del resto d’Italia.




news

25-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news