LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Quel soprintendente va rimosso
Silvio Testa
Il Gazzettino - cronaca Venezia, 8 maggio 2004

Beiamo scrive al ministro Urbani: «Vietare il transito delle navi non è suo compito:
«Delirio di onnipotenza». Così il senatore dell'Udc, Ugo Bergamo, ha bollato in una sua interrogazione al ministro dei Beni culturali e ambientali, Giuliano Urbani, l'iniziativa con la quale il soprintendente, Giorgio Rossini, ha chiesto all'Autorità portuale, alla Capitaneria di Porto, al sindaco - commissario al Traffico acqueo, di vietare il passaggio delle grandi navi da crociera in Bacino di San Marco.
Bergamo non si è limitato all'interrogazione parlamentare, con la quale ha chiesto a Urbani la rimozione di Rossini dal suo incarico, ma ha altresì inviato alla Procura della Repubblica una denuncia contro il soprintendente, con la richiesta di verificare se nel suo comportamento si possano ravvisare illeciti penali. «Penso al reato di procurato allarme - ha spiegato ieri il senatore della Casa delle libertà -, a quello di minaccia, all'abuso di potere quando Rossini assumerà provvedimenti in linea coi suoi annunci».
Bergamo ha sostenuto che l'iniziativa di Rossini costituisce una «evidente distorsione delle competenze affidate alla Soprintendenza». Secondo il senatore, le «incaute dichiarazioni» rilasciate da Rossigni hanno di per se stesse provocato un danno alla portualità veneziana, e non sono suffragate da elementi oggettivi. «Anzi - ha aggiunto - il dichiarare pericoloso il transito delle navi in bacino collide con gli studi dell'Autorità portuale e del Comune che inequivocabilmente dimostrano come il passaggio delle navi non produca moto ondoso né danni alle rive».
Bergamo ha chiesto al ministro di verificare che il nuovo Codice dei Beni culturali e del paesaggio, in base al quale Rossini ha minacciato di prendere «drastiche soluzioni» nel caso di inerzia delle autorità competenti, abbia corretta applicazione e preveda scelte responsabili e soprattutto giiustificate, e ha sollecitato «l'immediata revoca del soprintendente stesso» per fermare «un delirio di onnipotenza» viste le minacce di provvedimenti al di fuori di ogni fondamento tecnico scientifico.
Se il senatore Bergamo si è fatto paladino delle preoccupazioni e delle paure degli operatori portuali, l'iniziativa di Rossini ha invece riscosso l'immediato plauso di Arco, l'associazione dei residenti di Castello che da anni si batte contro l'ormeggio delle grandi navi da crociera in Riva dei Sette Martiri. E proprio ieri il presidente dell'associazione, Beverino Rigo, ha scritto al sindaco - commissario contestando il tradimento da parte dell'Autorità portuale del protocollo d'intesa raggiunto tra la stessa Autorità, il Comune, il Quartiere 1, sull'uso della banchina di Riva Sette Martiri.
Secondo l'accordo, l'Autorità si riservava di utilizzare la Riva solo per «specifiche o improvvise emergenze», per non più di 7 giorni all'anno, previa concertazione col quartiere e comunicando al sindaco le ragioni dell'emergenza, ma il calendario ufficiale della Venezia Terminal Passeggeri, invece, prevede già ora da maggio a ottobre 5 accosti da 6 a 8 giornate di permanenza. «Pensiamo - ha concluso Rigo - che una tiratina di orecchie da parte sua non guasti».
Sul tema è intervenuto anche il governatore veneto, Giancarlo Galan, invitando «a ragionare senza urla e reciproche scomuniche». Per Galan, cui non spiace l'idea del "senso unico" lanciata da Costa, le navi in Bacino fanno parte della storia di Venezia, benché ne ammetta la stazza eccessiva.




news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news