LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lapis Niger sar presto restituita ai romani
di Maria Giulia Mazzoni
Edizione n. 2203 del 10/06/2009 ITALIA SERA

Ieri lapertura dei cantieri al Foro Romano per portare alla luce una delle testimonianze pi antiche della storia di Roma




Il "cuore del mondo" sta per essere restituito al grande pubblico dopo secoli di coperture e occultamento. Al centro del Foro Romano, tra la Curia Senatus e l'Arco di Settiminio Severo, all'ombra del Campidoglio, sta partendo il complesso cantiere per smantellare i trecento metri quadrati di solaio in cemento armato degli anni '50 e riportare alla luce il complesso archeologico del cosiddetto "Lapis Niger", che comprende al livello di pavimentazione attuale l'area recintata a vista delle famose pietre di marmo nero con striature bianche, il vero "lapis niger", e nella parte sottostante conserva le testimonianze pi antiche della storia di Roma. "Il solaio sta praticamente cedendo. Lo abbiamo dovuto puntellare da almeno un anno. La forte umidita' dell'area sotterranea ha corroso i ferri mettendone a serio rischio la stabilita' - racconta a Omniroma la responsabile del procedimento e direttore dei lavori Pia Petrangeli Dobbiamo pertanto rimuovere d'urgenza il solaio".
Per farlo, una soluzione tecnologicamente innovativa e avveniristica, usata per la prima volta nel contesto archeologico romano: "Stiamo montando una struttura a carro ponte - descrive Petrangeli durante il sopralluogo al cantiere - che fa perno su pilastri di sacchi di terra. Con una sega ad aria, per evitare che l'acqua filtri nella parte sottostante, taglieremo blocchi quadrati di cemento, che saranno imbracati e ancorati al carro e fatti scorrere fino ad un punto deposito dove saranno prelevati dal camion che li portera' via". Dopo la messa in sicurezza dell'area, a inizio luglio inizieranno i lavori di scoperchiamento per rivelare il cosiddetto Comitio e il complesso degli altari, ossia l'antica Area sacra che vanta resti del IX-VIII secolo a.C., con il famoso altare con al centro un bacino idrico legato alla sorgente e al culto dell'acqua, il tronco di colonna e il cippo con l'iscrizione bustrofedica databile al 570-560 a.C. "Un'iscrizione di lex sacra che detta norme sui compiti del rex - dice Petrangeli - che diventa a pieno titolo l'iscrizione pi antica dopo che la Fibula prenestina stata riconosciuta un falso".
I lavori di smantellamento, del costo di 300mila euro, sostenuti dalla Soprintendenza archeologica, dureranno circa tre settimane e, dopo la pausa di agosto, a settembre inizieranno gli scavi e le indagini stratigrafiche. Nel frattempo la Soprintendenza lancia un concorso di idee internazionale per la futuro copertura dell'area.



news

25-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news