LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VALEGGIO. «Nel piano del territorio colline senza cemento»
Mercoledì 11 Marzo 2009 PROVINCIA Pagina 27 L'ARENA






Spediti al Comune i plichi sul Pat come prevede la legge. Massima attenzione su Mamaor e Monte Vento




Inviate 15 osservazioni sull’assetto dell’area Partiti e associazioni d’accordo sulla loro tutela


Una crescita edilizia armonica, la creazione di un corridoio ecologico tra le colline moreniche ed il Mincio (con in particolare la tutela delle zone militari dismesse di Monte Mamaor e Monte Vento), ma anche l’attenzione alla viabilità e al recupero delle cave. Questo è contenuto nella quindicina di osservazioni che sono arrivate al Comune di Valeggio sul documento preliminare al Pat (Piano d’assetto del territorio). Buona parte di esse individuano come area cruciale per lo sviluppo turistico del paese quella delle colline moreniche e si concentrano sulla necessità di tutelare gli ex forti di Monte Vento e Monte Mamaor. Per il gruppo consiliare di minoranza “Un progetto con Martina Marconi per Valeggio” i siti di Monte Vento e Monte Mamaor potrebbero diventare parte integrante del Parco del Mincio, con l’abbattimento dell’80 per cento del volume abitativo presente all’interno ed il privilegiare le colture non intensive. Gli stessi sottolineano che il valore naturalistico di queste aree è stato riconosciuto anche dal Ptcp (Piano territoriale di coordinamento provinciale).
Su questo aspetto si diffondono anche le osservazioni dell’Udc che sottolineano come si sia creata nella cittadinanza la giusta aspettativa di poter usufruire di un polmone verde che però non viene tutelato nel documento preliminare al Pat perché «non vi è inserito nessun vincolo a tutela della zona, anzi si vede la possibilità di costruire, tra l’altro, alberghi, ristoranti e seconde case». Per questo l’Udc chiede che si stabiliscano dei corridoi ecologici coi territori circostanti (che già stanno lavorando per la costituzione di nuovi parchi), che si vincoli la zona a parco urbano, scelta meno impegnativa del vincolo naturalistico e che non crea un nuovo ente, e che si pensi a realizzare un campus universitario, con una sede staccata di Scienze dell’alimentazione. Per il gruppo etico territoriale “El Morar” che, assieme ad una ventina di associazioni di volontariato, ha lanciato una raccolta di firme per salvare i forti è necessario «approfondire gli studi per individuare zone specifiche di elevato pregio (biotopi)», collegandole alle zone circostanti, favorendo la fruibilità della zona e limitando il volume edilizio esistente, da recuperare con criteri di bioedilizia.
Il Wwf del villafranchese, che invita a tutelare le aree boscate e quelle poste all’interno dell’ansa del fiume Tione (in particolare quelle del Monte Cornone a Nord Est di Santa Lucia dei Monti), segnala come riduttiva e fuorviante la frase del documento preliminare in cui si dice che l’area è «vocata alla coltivazione specializzata della vite», mentre va aperta «al turismo naturalistico, culturale ed enogastronomico, nonché alle attività connesse con le pratiche sportive a basso impatto ambientale (passeggiate, podismo, bicicletta, equitazione, ecc.)». Molti gli inviti a puntare verso uno sviluppo sostenibile, a realizzare piste ciclabili e a recuperare la zona cave, oltre che a valutare attentamente i problemi viabilistici, con il Comune di Villafranca che chiede sia inserita nel Pat l’autostrada Tirreno Brennero, oltre alla zona delle discariche di Ca’ Baldassarre e Ca’ Balestra. Da parte dell’Associazione Forneletti Impegno e Solidarietà infine la sottolineatura dell’impatto che avrà nella vallata del Mincio il nuovo ponte che è previsto tra Borghetto e Monzambano e che «rappresenterà un danno irreversibile per il patrimonio ambientale e paesaggistico».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news