LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TORINO - Egizio, lo scalone della discordia
MASSIMO NOVELLI
VENERD, 28 NOVEMBRE 2008 LA REPUBBLICA - Torino


Opera di Mazzucchetti, sar in parte demolita per il nuovo museo


Il cda ha votato per labbattimento Contrario soltanto il rappresentante della Regione


Il nuovo allestimento del Museo Egizio di Torino fa discutere. Anzi: solleva qualche polemica e fa insorgere qualche divisione allinterno del consiglio damministrazione della Fondazione Museo delle Antichit egizie. Durante lultima seduta dellorganismo, avvenuta alla fine della scorsa settimana, emerso che il progetto definitivo dei lavori, in procinto di diventare esecutivo e firmato, tra gli altri, dagli architetti Aimaro Isola, Carlo Aymonino e Paolo Marconi, oltre che dallo scenografo Dante Ferretti, prevede tra le altre cose la demolizione di due rampe di scale, situate al piano terreno, che conducono allo scalone monumentale ideato da Alessandro Mazzucchetti.

Chi era Mazzucchetti? Un ingegnere di origini biellesi, nato nel 1824 e morto nel 1894, che fu autore, tra la met e lultimo scorcio dellOttocento, di numerose opere pubbliche nel centro di Torino (ma pure ad Alessandria e a Genova, dove progett le stazioni ferroviarie): si va dalla facciata di Porta Nuova, realizzata con la collaborazione di Carlo Ceppi, alla risistemazione della piazza Carlo Alberto e agli interventi nel guariniano e seicentesco Collegio dei Nobili, dove vennero ospitati lAccademia delle Scienze, il Museo Egizio e la Galleria Sabauda.

A polemizzare stato Pino Chiezzi, ingegnere, una lunga vita politica alle spalle (prima nel Pci, quindi con Rifondazione comunista e in seguito nel partito dei comunisti italiani), da poco membro del cda della Fondazione per conto della Regione Piemonte. Ha contestato la decisione di abbattere i manufatti di Mazzucchetti che fanno parte a pieno titolo, come ci spiega, dello scalone monumentale e devono essere conservati e salvaguardati in quanto beni architettonici di valore artistico e storico. Sono quelli che, in materia di tutela urbanistica, vengono definiti una invariante architettonica, che dunque non si pu toccare.

Nel corso della riunione di una settimana fa ha esternato la sua contrariet e poi ha votato contro la prevista demolizione delle due rampe, su cui, almeno in sede di discussione, aveva espresso qualche perplessit pure Alain Elkann, presidente della Fondazione del museo delle antichit egizie. Successivamente Chiezzi, che si dice amareggiato da semplice cittadino, non da consigliere per quella scelta demolitrice e che per lui insensata, ha manifestato inoltre la volont di sottoporre la questione al Consiglio superiore dei beni culturali, presieduto da Salvatore Settis, che peraltro gi stato informato delle scelte del consiglio damministrazione dellEgizio.


Il progetto del nuovo museo, intanto, stato approvato da tutti gli altri componenti del consiglio della Fondazione, Elkann compreso: essendo presidente, questultimo si correttamente adeguato al volere della maggioranza. Tuttavia non ancora detta lultima parola sulle rampe, ognuna di diciotto gradini, pensate dallingegner Mazzucchetti. Se le obiezioni di Chiezzi saranno ritenute convincenti, si sostiene in Fondazione, potrebbe essere rivista quella decisione, sulla quale vengono sempre mantenute alcune riserve. Il tempo per cambiare idea, daltronde, non manca, considerato che il via libera al progetto esecutivo, che permetter linizio dei lavori di risistemazione museale, sar dato fra circa due mesi. Una porta rimasta aperta, insomma.



news

02-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 2 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news