LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Noto, entro l'anno pronta la Fondazione con nuova sede e accordi internazionali
Andrea Lodato
LA SICILIA 18 NOVEMBRE 2008





Nostro inviato
Noto. Il prof. Salvatore Cavallo, che vice presidente e amministratore delegato del Consorzio Universitario del polo di Noto, ci prende subito in contropiede: I fondi che raccogliamo ogni anno ci bastano. Anzi, direi che qualcosa, persino, avanza. Per questo noi siamo pronti a continuare a tirar dritto per la nostra strada, dando nuovo impulso al corso di Scienze della Formazione che ha pi di mille iscritti e poggia sulla storica vocazione di Noto e di questo territorio proprio a formare personale destinato alla didattica.
Cos il Consorzio che ha una convenzione con l'Universit di Messina e che formato dal Comune di Noto, che un po' capofila, da quelli di Avola, Rosolini, Pachino e Portopalo, dalla Banca di Credito Cooperativo di Pachino e dal Cenacolo Domenicano (una congregazione religiosa di suore) oggi, in pieno effetto Gelmini, rilancia. Il sindaco di Noto, Corrado Valvo, da tempo aveva accelerato su un progetto ambizioso. Ed essendo Valvo determinato e coinvolgente, la strada che aveva scelto sta sboccando l dove il sindaco voleva.
Avremo presto, spero entro l'anno, una Fondazione per i nostri corsi di studio - ha confermato nei giorni scorsi - e una prestigiosa sede. Perch il nostro obiettivo valorizzare Noto, e i comuni che rientrano, ovviamente, in questo progetto, come citt d'arte, di cultura, ma anche di studio, ricerca e formazione.
Cos potremmo, addirittura, essere alla vigilia della nascita della Fondazione. Oggi il corso di studi in Scienze della Formazione ha un finanziamento di 175 mila euro, anche se la quota non comprende il costo della attuale sede, tutta a carico del Comune di Noto. Con la Fondazione, per, si potr fare un ulteriore salto di qualit. E di specializzazione.
Attualmente - dice ancora il prof. Cavallo - accanto al corso in Scienze della Formazione, abbiamo un master in Beni Culturali e un dottorato di ricerca. Nell'immediato futuro, naturalmente, su una crescente specializzazione che vogliamo puntare e la Fondazione per questo il veicolo ideale. Noto pu diventare punto di riferimento per lo studio dei Beni Culturali, stabilendo rapporti, su cui stiamo gi lavorando, con le universit di Tunisi, Malta, Beirut, Parigi, con cui intendiamo collaborare per dare vita a corsi sulla fruizione dei Beni Culturali nelle loro rispettive lingue. Ci per attrarre da noi studenti da tutta questa grande area del Mediterraneo, attratti, ovviamente, da una grande qualit nell'offerta didattica, ma anche dalla straordinaria ricchezza del nostro territorio.
Noto vuol volare alto, insomma. Va bene Scienze della Formazione, visto che c' questa grande tradizione, raccontano qui, per cui non c' persona del Distretto di Sud Est che non sia passata a scuola da una qualche maestra o insegnante formatasi tra Noto e il suo circondario. Ma il futuro specializzazione, sempre pi di alto profilo. E Noto vuol giocarsi per intero la carta dei Beni Culturali, un autentico jolly che ha nelle mani.
Accanto alla Fondazione, per, anche una nuova sede. Perch quella attuale, ospitata in un'ala della Chiesa di San Francesco all'Immacolata, francamente piccola e inadeguata. Cos gi a dicembre, se tutto filer liscio, potr essere inaugurata la nuova sede, quella ricavata nell'ex istituto di Formazione Carlo Giovanti. Grandi aule, sala convegni, modernissime tecnologie. Al prof. Cavallo ridono gli occhi quando ne parla. Parte dei fondi, quasi un milione e mezzo, li ha messi la Protezione Civile, per il resto il Consorzio sta facendo la sua parte. Anche qui il sindaco, del resto, spinge tutti un po' con gli occhi e un po' anche fisicamente.
La nuova sede - spiega Corrado Valvo - si trova nel quartiere arabo Agliastrello, un altro pezzo incantevole di Noto che vogliamo, anche grazie alla nuova sede universitaria, rilanciare, rendere fruibile, viva, attraente per chi deve studiare, per chi deve viverci, per chi vuol trascorrere del tempo libero.
Nel progetto, infatti, si prevede anche che nel quartiere dovrebbero sorgere pub, ritrovi, sale letture e locali che siano, ovviamente, coerenti con lo spirito di Noto, con l'architettura, con la cultura, ma che rivitalizzino anche quell'area, cos come si pensa gi ad un eventuale accordo con l'Ostello della giovent per ospitare studenti di mezzo mondo che potrebbero scegliere di venire a studiare a Noto.



news

24-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news