LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PALERMO - Meno superburocrati, arriva il primo s
MERCOLED, 12 NOVEMBRE 2008 LA REPUBBLICA - Palermo





Ok in commissione al taglio dei dipartimenti. Nel 2010 nuova mappa degli assessorati



Riforma delle deleghe anticipata di un anno su proposta del Pd e dellUdc. Il Lavoro va con la Famiglia

ANTONELLA ROMANO

--------------------------------------------------------------------------------

TAGLI ai dipartimenti, che da 39 saranno subito ridotti a 31, e tra un anno una mappa rinnovata degli assessorati. La commissione Affari istituzionali d il via libera alla riforma della burocrazia, con lastensione del Pd che chiedeva di ridurre a dieci il numero degli assessorati. La nuova distribuzione delle deleghe degli assessori, che resteranno dodici, partir il 1? gennaio 2010, come richiesto da un emendamento targato Pd e controfirmato dallUdc, e non pi il 1? gennaio 2011. Una riforma che rivoluziona in chiave moderna competenze e responsabilit degli esponenti della giunta: la definizione delle attuali deleghe era ferma al 1962. Adesso il disegno di legge pronto per affrontare il dibattito in aula.
Ci sar un nuovo assessorato allEconomia, uno alle Attivit produttive che ingloba quello allIndustria. LAgricoltura terr dentro la Pesca, da sempre nellorbita della Cooperazione. Ci sar lassessorato alla Famiglia, che accorpa il Lavoro. La formazione professionale finir dentro la Pubblica istruzione. Ci sar un nuovo assessorato delegato ai rapporti con lArs e un altro alle relazioni con lUnione europea e con lo Stato.
Tra gli assessorati destinati alla cura dimagrante c quello alla Presidenza, che accorper i dipartimenti di Bruxelles, di Roma e altri extraregionali ma rinuncer a un dirigente generale alla segreteria di giunta. Mentre gli attuali cinque dipartimenti alla Sanit saranno ridotti a due: pianificazione strategica e attivit sanitarie. Lassessorato alla Presidenza non operer pi con la delega del presidente della Regione ma avr delega piena, come gli altri.
stato votato allunanimit lemendamento che anticipa la riforma. Voluto dal Pd, stato controfirmato dagli esponenti dellUdc in commissione, Rudy Maira e Salvatore Cordaro. Se si tratta di una riforma vera, non pu stare in stand-by per un lungo periodo ma si deve applicare - dice Antonello Cracolici, presidente del gruppo Pd - Ci batteremo in aula per eliminare quelli inutili come il dipartimento per lufficio di Bruxelles o la sovrintendenza di Palazzo dOrleans. Complessivamente anche i dipartimenti tra un anno diventeranno 24, quasi la met di adesso.
Novit anche sulla riduzione delle "poltrone doro", i posti di sottogoverno nelle societ a partecipazione regionale assegnati in genere per premiare i fedelissimi dei politici e risarcire i trombati alle elezioni. Con un emendamento del Pd approvato in commissione, la Regione adesso non potr indicare pi di tre componenti nei consigli damministrazione di enti e societ partecipate. In questo modo si riduce il numero di poltrone di sottogoverno che troppe volte servono solo ad accontentare esclusi o amici eccellenti, aggiunge Cracolici. Limitazione che viaggia di pari passo con la proposta di riduzione a 12 delle 26 spa regionali, guidate da un esercito di 90 amministratori, che a luglio il ragioniere Enzo Emanuele ha predisposto e portato in giunta. E l giace.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news