LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I Video di Arte & Dintorni: Gli archetti del complesso di S. Francesco delle Cappuccinelle
Agenzia radicale

Il 12 Giugno 2006 la giornalista Conchita Sannino, sulle pagine di La Repubblica, scriveva "erano gli archetti pi riconoscibili della collina, affioravano sull'orlo del quartiere Avvocata e sono stati praticamente coperti da una massa informe di calce. Grazie ai lavori del Demanio". Poco pi di due anni fa, venivano terminati i lavori di restauro e messa in sicurezza di una parte del rivestimento esterno del complesso di S. Francesco delle Cappuccinelle, posto in Salita Pontecorvo a Napoli. Gli interventi riguardarono anche una serie di archetti che sorgevano sul versante nord-ovest dell'edificio, la cui situazione precaria necessitava un pronto intervento di restauro al fine di evitare la caduta dall'alto degli elementi lapidei.

Quando i ponteggi furono smontati definitivamente le operazioni di restauro applicate agli archetti crearono pi di una perplessit: gli elementi lapidei, ideati tra Seicento e Settecento da Cosimo Fanzago per il duca di Medina, furono inglobati da una massa informe di materiale, una sorta di "schiuma protettiva", la quale assorbiva gli archi in una forma di blob magmatico.


Il neo Consiglio Comunale di Napoli, attraverso l'intervento di alcuni esponenti politici della maggioranza, rassicur l'opinione pubblica e gli organi di stampa, spieg che si trattava solo dell'inizio di un pi ampio rinnovo e recupero dell'area di questa parte di citt. Fu subito precisato che non si trattava di uno scempio irreparabile, ma di un intervento temporaneo, nella piena prassi della metodologia di restauro applicata a Beni Architettonici, confacente al concetto di reversibilit.


Ogni intervento di restauro, effettuato su qualsiasi materiale che costituisce opera d'arte, deve essere riconoscibile e reversibile. Mentre la riconoscibilit dell'intervento -a mio giudizio- stata "garantita" anche troppo, non siamo sicuri che il principio di reversibilit sia confacente agli standard di restauro.


Un terzo valore fondamentale del restauro quello del minimo intervento: qualsiasi intervento restaurativo deve essere volto a mantenere in efficienza, a facilitare la lettura ed a trasmettere integralmente le opere; pertanto uno degli obiettivi del restauro quello di far leggere l'opera nelle diverse forme in cui ci pervenuta ed in tutta la sua complessit al fine di tramandarla alle generazioni future.


Se la rinuncia all'estetica ed alle teorie fondamentali del restauro, dalla riconoscibilit al minimo intervento, passando per la reversibilit, costituisce -a detta delle autorit- un viatico al fine di proteggere la struttura originaria dal deperimento, possiamo affermare che questo mandato conferito dalle istituzioni sia oggi decaduto? Evidentemente s.


Come si evince dalle immagini, dopo pi di due anni, la situazione non cambiata, il blob ancora l, come lo sono anche le altre chiese del quartiere, lasciate a loro stesse. Il complesso di San Francesco delle Cappuccinelle si aggiunge alla lunga lista dei "monumenti negati" della zona Tarsia, nonostante costituisca un inestimabile patrimonio di valenza artistica e culturale.

Non tutto perduto! La salvezza degli archetti dipende paradossalmente dal materiale utilizzato per "proteggerli", quest'ultimo determina la reversibilit dell'intervento. L'utilizzo di una qualsiasi "schiuma protettiva" sarebbe accettabile se si comprendesse quale prodotto sia stato adoperato; al fine di eseguire opere di consolidamento in campo restaurativo vengono utilizzati diversi materiali impregnanti e consolidanti, protettivi traspiranti, materiale fonoisolante in resina di polietilene espanso (con il quale, ad esempio, si esegue il distacco degli affreschi dal proprio apparato murario). Ma se il materiale utilizzato fosse calce (come sosteneva la Sannino) o cemento la situazione sarebbe gravemente compromessa

Dunque un problema anche di metodo di informazione. E' importante allo stadio attuale che la cittadinanza e l'opinione pubblica possano accedere a tutte le informazioni utili in merito ai lavori che riguardano gli ambienti dove vivono. Che questo scambio sia svolto in maniera appropriata ed in ottemperanza delle norme vigenti. Come avvertono questa situazione le persone che popolano il quartiere Avvocata e che lo vivono quotidianamente?

Per rispondere a questo quesito ci affidiamo alle parole di Sergio Bizzarro, presidente dell'associazione di cittadinanza attiva Forum Tarsia, che dice: "a Napoli non si sa francamente cosa augurarsi; se lasciare che alcuni beni culturali muoiano d'incuria, lentamente e senza traumi. Oppure affidarsi ad un ripristino istituzionale, rischiando di vedere violentati i profili delle strutture storico-artistiche del proprio quartiere".

Audiovideo "Gli Archetti di S. Francesco delle Cappuccinelle"

http://www.agenziaradicale.com/index.php?option=com_content&task=view&id=6284&Itemid=40


news

21-02-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 febbraio 2020

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

Archivio news