LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Papa a Pompei, scoppia la guerra dei cartelloni
Laura Cesarano
Il Mattino 26/9/2008

No ALLE IMMAGINI del vicario di Cristo di fronte al tempio di Apollo. La guerra di religione in chiave contemporanea scoppia a Pompei a causa di un cartellone di circa dieci metri di altezza fatto collocare dal vescovo Carlo Liberati in piazza Esedra, davanti a uno degli ingressi agli scavi di Pompei. Una megalografia con l'immagine di papa Benedetto XVI, con scritte di benvenuto che serviranno nel giorno della visita del pontefice, fissata per il 19 ottobre. Monsignor Liberati mai avrebbe pensato di scatenare le proteste della soprintendenza. La letteraccia invece arrivata, con due richieste.
Primo: come ha potuto collocare il totem in area demaniale senza chiedere il permesso. Secondo: quel materiale deve essere rimosso immediatamente. Per il sovrintendente un abuso, anche se pubblicizza nientemeno che l'erede di San Pietro in persona.
Il pastore della citt mariana e il tutore della citt pagana difendono ciascuno la propria posizione. Il soprintendente archeologo Pietro Giovanni Guzzo sceglie il no comment ma conferma: ha inviato la lettera al prelato per chiedere la rimozione del tabellone. Dalla segreteria del vescovo Liberati fanno sapere che monsignore su questa storia ha deciso di non rilasciare dichiarazioni ma che, sebbene irritato, far rimuovere il messaggio di benvenuto.
Il cartello della discordia proprio quello che si trova poco lontano dall'uscita dell'autostrada. Insomma, quello pi rappresentativo. Perch il megaimpianto non l'unico ma fa parte di una serie di cinque che sono stati dislocati in altrettanti punti della citt. Due in prossimit delle uscite autostradali (Pompei est e ovest), uno in piazza Bartolo Longo, davanti al Santuario, uno alla stazione e uno in via Lepanto. E mentre il soprintendente reclama in punta di timbro e di diritto la sua Esedra liberata, spunta un retroscena che rimanda a un'altra guerra, quella tra il soprintendente e il commissario Renato Profili. Il vescovo durante un incontro con il prefetto aveva ottenuto il placet alle installazioni con ripetute offerte di collaborazione da parte del commissario. In fondo, si trattava di dare il benvenuto a un pontefice. Un evento non proprio comune sebbene neanche rarissimo a Pompei. L'ultima volta nel 2003, quando fu Giovanni Paolo li a raggiungere il Santuario mariano per la sua seconda e ultima visita. Era stato a Pompei 24 anni prima, nel 1979, un anno dopo la sua elezione al soglio di Pietro. Dunque, Profili avrebbe concesso, di slancio, l'autorizzazione al messaggio di accoglienza a Benedetto XVI.
Ma, come si dice, verba volant. Gli scritti, quelli di Guzzo, invece restano. E la lettera spedita dal soprintendente parla chiaro. Nelle prossime ore Liberati rimuover il totem della discordia. Insomma, dopo l'ultimo scontro un cartellone in meno e una polemica in pi. E l'ennesima conferma che dialogo, sinergia e collaborazione tra citt vecchia e nuova a Pompei sono e restano una chimera. Un miracolo che non si compie, neppure a ogni visita di papa.



news

16-07-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 luglio 2019

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

Archivio news