LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VERONA - Il comitato contro la vendita di Palazzo Forti arruola Sgarbi
E.G.
L'Arena 04/09/2008

Per amare Verona. Si chiama cos il neonato comitato di associazioni culturali e ambientaliste nato per tutelare il patrimonio monumentale di Verona, ma in particolare per opporsi alla vendita di Palazzo Forti, sede della Galleria darte moderna, e di Palazzo Pompei, la sede del Museo civico di storia naturale sito in lungadige Porta Vittoria. E per cercare sostegno chiama Vittorio Sgarbi, gi contrario a vendere.
A presiedere il comitato sar Augusto Forti, 70 anni, un discendente di Achille Forti, lultimo proprietario del palazzo che lo vendette al Comune del 1937, che ha gi scritto una lettera al sindaco Flavio Tosi e al direttore regionale per i beni culturali, Ugo Soragni, esprimendo il forte dissenso per la vendita di un bene destinato a rafforzare la tradizioni culturali veronesi.
Lo stesso Augusto Forti, professore di geofisica in pensione, che vive fra Venezia e Parigi ma ieri era a Verona per presentare il comitato, nel caso il Comune non accantoni lidea della vendita (da Palazzo Forti vorrebbe ricavare 65 milioni di euro) si riserva anche di intraprendere qualunque iniziativa, anche legale, per far rispettare il Lascito Forti.
Formano il comitato Italia Nostra, Legambiente, Wwf, Fai, Forti per Palazzo Forti (ex Amici di Palazzo Forti), Civicitt e anche lAssociazione donne ebree (Forti era ebreo), oltre a singole personalit come larchitetto Giorgio Forti e Gianbattista Ruffo, presidente onorario della Societ Letteraria (di cui stato presidente) ed ex consigliere comunale. Entrambi sono vicepresidenti. Ci saranno anche pittori e scultori, tutti in prima linea contro lalienazione del palazzo che sorge nellomonimo complesso situato fra corso SantAnastasia e, appunto, via Forti.
Dal 15 settembre il comitato sar operativo, raccogliendo firme, da presentare al sindaco, il venerd e il sabato con banchetti in piazza Erbe e piazza Bra e anche nei mercati dello stadio e di Borgo Venezia. Sono gi 2.000, per, quelle raccolte. Questa battaglia contro la vendita di Palazzo Forti e di Palazzo Pompei sta ottenendo adesioni fra cittadini di tutti gli orientamenti politici, spiega Ruffo, e ci dimostra che lorientamento di tanti cittadini, che non vogliono smantellare un palazzo costato 15 miliardi di lire per essere restaurato e in cui c una Galleria darte moderna. Il testamento Forti dice che la destinazione del palazzo pubblica, per luogo darte, e noi ci battiamo per farla rispettare.
Proprio oggi Ruffo incontrer lo storico darte e sindaco di Salemi (Trapani) Vittorio Sgarbi, per sottoporgli la questione: Ma mi ha gi anticipato che del tutto contrario. A fine mese, inoltre, il comitato ha chiamato a Verona Marie Paule Audile, rappresentante dellUnesco per il Centro sud Europa, che si esprimer contro la vendita, come del resto Maria Camilla Facchini e Annamaria Conforti, rappresentanti regionale e veronese del Fai.
Tutte le gallerie darte italiane si stanno orientando ad acquisire collezioni, da affidare alle facolt universitarie di beni culturali, spiega Giorgio Forti, ebbene, Verona ha la galleria e luniversit e cosa fa, si priva della galleria?.



news

18-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news