LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA - La cultura torna nella fortezza
BRUNELLA TORRESIN
la Repubblica (Bologna) 03/09/2008

Esisteva gi un progetto per trasformare Palazzo dAccursio da sede amministrativa a Palazzo dei Musei, concepito durante il mandato di Walter Vitali e rilanciato da Giorgio Guazzaloca, ma il vastissimo programma di interventi e finanziamenti attivato dalla Presidenza del Consiglio per le celebrazioni del centocinquantenario dellUnit dItalia (1861-2011) ha offerto loccasione per immaginare unimpresa assai pi ambiziosa. E cio trasformare Palazzo dAccursio non solo in sede di musei - Museo e Biblioteca del Risorgimento, Galleria dellOtto e Novecento, Museo Morandi, Collezioni Comunali dArte, oltre allesposizione permanente di Aemilia Ars e delle monete coniate dalla Zecca di Bologna - ma farne anche il museo di se stesso. Perci, nel progetto coordinato da Raffaela Bruni, ingegnere direttore del Settore Lavori Pubblici, e da Cristiana Govi Morigi, direttore del Museo Archeologico e responsabile del progetto culturale, non figurano solo la demolizione di uninfinit di manomissioni (per riportare alla luce, ad esempio, le stanze affrescate dellappartamento del Confaloniere e della residenza estiva del Cardinal Legato) e la messa a norma di impianti distribuiti su una superficie impressionante. Compaiono anche il ripristino (per piccoli gruppi di visitatori) dei diversi camminamenti di ronda delle mura un tempo merlate (sulle vie Ugo Bassi, Venezian e IV Novembre), e lo svuotamento delle torri (Torre Castellana, Torre dei Lapi) e dei torrioni oggi nemmeno pi riconoscibili come tali, e la riapertura di uno dei varchi carrabili che nel Medioevo conducevano allinterno della fortezza, la posterla restrostante i locali dellattuale farmacia, la messa a giorno di ingressi e scale monumentali (la Porta del Vignola che si affaccia sul Cortile dOnore o la Scala dellAldrovandi), la ri-creazione di una piccola porzione dellOrto dei Semplici o la restituzione alluso pubblico della sala affrescata da Achille Casanova, la Sala Verde, dove un tempo si celebravano i matrimoni.
I segmenti pi consistenti del progetto sono tre: il blocco musei, come viene chiamato; la stecca uffici, ossia gli ambienti destinati ad usi amministrativi sui lati Sud (via IV Novembre) e Ovest (via Venezian); la razionalizzazione, complessiva, degli ingressi, dei servizi e dellaccessibilit ai portatori di handicap.
Litinerario oggi solo virtuale che conduce attraverso il futuro Palazzo dei Musei, ha inizio al pianoterra, dinanzi lattuale Porta del Vignola, sormontata dai due leoni che reggono lo stemma della citt. Questo sar uno degli accessi al blocco musei; laltro sotto il portico che conduce al Cortile del Pozzo, nelle sale attualmente occupate dai Servizi Demografici. Una scala condurr ai tre diversi livelli superiori. Al piano terra la Sala dei Matrimoni affrescata da Achille Casanova allinizio del Novecento ospiter lesposizione permanente dei disegni e merletti dellAemilia Ars, uno degli episodi pi originali del movimento Liberty.
Al primo piano, che corrisponde al termine della prima rampa dello scalone del Bramante, negli spazi finora occupati dagli uffici della Ragioneria (corpo est del cotile dei Cavalleggeri), verr realizzato il complesso della Biblioteca (circa 60mila tra volumi, opuscoli e periodici, stampe, immagini fotografiche, cartoline e manifesti) e Museo del Risorgimento (armi, dipinti, uniformi). Verr sistemato in quelli che furono gli appartamenti estivi del Cardinal Legato, una manica soprastante le Scuderie di Sala Borsa. Il Museo verr integrato dal Museo Virtuale della Certosa, e potenziato dallesposizione a Palazzo dAccursio anche delle raccolte comunali dellOtto e Novecento. Affacciato su via Ugo Bassi, dalla Biblioteca del Risrtogimento si potr accedere al camminamento di ronda, che nei secoli scorsi scorreva dietro alla merlatura delle mura trecentesche: e qui saranno sistemati i dipinti e i bassorilievi dei Premi Curlandesi, un concorso istituito alla fine del Settecento.
A questo stesso piano, cambia ruolo anche la Sala degli Anziani affrescata da Antonio Galli Bibiena: accoglier lesposizione delle monete coniate dalla Zecca di Bologna tra il 1191 e il 1861. Ancora una rampa di scale e dal Museo del Risorgimento si sale al secondo trapiano, dove si realizzeranno una dozzina di sale destinate a spazi museali. Potrebbero accogliere il Museo Morandi, o una sezione delle collezioni dellOtto e Novecento. Lo spostamento del Morandi consentirebbe di unire, al secondo piano (corrispondente allappartamento invernale del Cardinal Legato restaurato nel 1994) il percorso delle attuali Collezioni Comunali dArte, che si snoda dalla pittura del Trecento a Pelagio Palagi, alla Galleria dellOtto e Novecento, che giunge fino al secondo dopoguerra.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news