LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLZANO. Ignorato il Papa. La rana in croce resta al museo
Il Giornale 29/8/2008

Le sorprese non finiscono mai con la rana-crocifssa esposta al Museion di Bolzano che resta al suo posto nonostante le critiche di Papa Ratzinger - ha ferito il sentimento religioso - a cui ieri hanno fatto eco, sulla stessa lunghezza d'onda, quelle del ministro per i Beni culturali Sandro Bondi.
Il consiglio della fondazione Museion ha deciso a maggioranza - 6 a 3, con due componenti che hanno votato via telefono - di non cambiare l'allestimento della mostra in corso e cos anche di lasciare dov' la rana del tedesco Martin Kippenberger, una sorta di autore maledetto che rappresentava se stesso come una brutta rana messa in croce e con nelle zampe un uovo ed un boccale di birra.
Tutto questo avviene mentre resta sullo sfondo una campagna elettorale tesissima, quella per le provinciali del 26 ottobre prossimo in cui la Sudtiroler Volkspartei rischia di perdere la maggioranza assoluta per la prir ma volta da 60 anni. E la Svp, con il governatore Luis Durnwalder, la Provincia, quella che ha voluto e che finanzia il Museion che ora le sta dando tanti problemi. Nel Consiglio della Fondazione sono cinque su nove i rappresentanti della Provincia. Sono gli stessi che avevano annunciato di voler chiedere una modifica dell'allestimento per contrastare le forti strumentalizzazioni politiche che hanno trovato vasta eco soprattutto sulla stampa di lingua tedesca locale: sono stati offesi i sentimenti religiosi dei buoni sudtirolesi. Il tutto - con gli interventi della diocesi e poi del Papa - ha creato una miscela polemica esplosiva senza precedenti nella storia altoatesina. Ebbene, ieri nel consiglio della fondazione Museion due dei cinque consiglieri che rappresentano la Provincia hanno cambiato idea ed hanno votato di non modificare l'allestimento. E, dunque, la rana resta al suo posto.
Tre mesi fa, all'apertura di Museion, la rana era quasi al posto d'onore, proprio sopra l'ingresso. Un paio di mesi dopo era stata coperta di giornali, una sorta di totem mediatico, a significare le polemiche scoppiate. Poi stata trasferita al terzo piano. Non bastato. Il colpo di grazia l'ha dato Franz Pahl, presidente del Consiglio regionale e uomo della destra Svp. Ha fatto prima uno sciopero della fame - in giovent lo faceva contro il monumento alla Vittoria di Bolzano ritenuto fascista - poi ha reso nota la lettera del Papa annunciando che se la rana non se ne andr lui l'1 settembre ritirer la propria candidatura alle prossime provinciali.





news

14-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 14 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news