LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

REGGIO CALABRIA. Una Finanziaria disastrosa per la Calabria
19 agosto 2008, IL GIORNALE DI CALABRIA


Intervento del presidente Loiero in Consiglio: Ci sono stati sottratti 454 milioni di euro



Il presidente della Regione, Agazio Loiero, nel suo intervento al Consiglio regionale sulle ripercussioni della manovra del Governo sulla Calabria, ha espresso preoccupazione per il sud che rischia di scomparire dallagenda politica del Paese. Una battaglia per il Mezzogiorno - ha sostenuto Loiero - sembra archeologia politica, non ha presa sullopinione pubblica, contrastata dalla Lega, ma anche da una parte della sinistra colta che vedono il Mezzogiorno come un concentrato di rifiuti e di malaffare. C il rischio che un Tribunale immaginario della storia ci presenti un conto di cui noi non abbiamo per intero la responsabilit. Loiero ha quindi definito disastrosa la manovra economica del governo criticando, in particolare, la chiusura netta e persistente del Governo circa un confronto preventivo con le Regioni, un atteggiamento che segna il livello pi basso delle relazioni istituzionali dellultimo decennio. Inoltre ha posto laccento sul rischio di un preoccupante conflitto istituzionale per labbandono unilaterale da parte del Governo del principio della lealt istituzionale. La manovra economico-finanziaria del Governo Berlusconi - ha proseguito Loiero - si caratterizza per i tagli indiscriminati e consistenti, per i drastici definanziamento delle spese di investimento gi impegnati e programmati, per la riprogrammazione di progetti ed interventi gi decisi e concertati e per la ricentralizzazione delle risorse finanziarie gi allocate a livello regionale e locale. Loiero, inoltre, ha detto che paradossalmente, si copre la quasi totalit del mancato gettito Ici sulla prima casa con risorse finanziarie del Mezzogiorno, in particolare della Calabria e della Sicilia, mentre i benefici sono soprattutto delle regioni del Nord. Il Mezzogiorno scompare cos completamente dallagenda della politica economica, ed alla Calabria, in particolare, vengono sottratti 454,5 milioni di euro, per cui non si potranno pi realizzare i lavori del megalotto 3 della statale 106 ionica relativo al tratto Sibari-Roseto (-265 mln di euro); le opere degli attracchi di Villa San Giovanni (-84 mln di euro); la progettazione della tangenziale di Reggio Calabria (-14 mln di euro); le opere di ammodernamento e potenziamento della viabilit secondaria calabrese (-300 mln di euro); gli interventi di tutela e risanamento ambientale in Calabria previsti da un apposito Apq Ambiente (-22 mln di euro); gli interventi nelle aree naturali protette (-6 mln di euro). Il presidente della Regione, sul versante della sanit, ha detto che il governo Berlusconi vuole coprire soltanto con 400 milioni gli oneri derivanti dallabolizione del ticket di dieci euro sulle prestazioni specialistiche, ed prevista una riduzione del Fondo sanitario nazionale di 103,9 milioni nel 2010, e di 106,2, nel 2011. In questo quadro, vedr ridursi i finanziamenti di 67 milioni nel primo anno e di 101 milioni nel secondo anno, a cui bisogner aggiungere altri 101 milioni di euro per effetto dello scarto tra tasso di crescita del Fondo (1,5%) e tasso di crescita previsto dal Patto per la Salute (3,5%). Nel complesso dunque - ha affermato Loiero - la sanit calabrese nel biennio 2010-2011 potr fare riferimento a circa 270 milioni di euro in meno di quelli stimabili a legislazione vigente. Per Loiero, la Calabria, in queste condizioni, non potr rispettare il patto di stabilit, con conseguenze nefaste sugli investimenti e sullintera economia regionale, con il serio pericolo di blocco della spesa pubblica corrente, della contrazione di mutui per investimenti, del blocco delle assunzioni di personale, di aumento delle tasse automobilistiche e della benzina. Vieppi - ha continuato Agazio Loiero - che la Regione rischia la revoca e la ricentralizzazione di circa 500 milioni di euro per cui scomparirebbero risorse ingenti destinate ad investimenti immateriali e materiali nei campi della scuola, del turismo, dellinclusione sociale, della difesa del suolo, della valorizzazione dei beni culturali, delle politiche giovanili e dei centri storici. Si rischia dunque di ricominciare daccapo mentre eravamo alla stretta finale dei processi decisionali concertati con una platea vasta di attori istituzionali e sociali locali, regionali e nazionali, e comunitari. Nellinsieme, dunque - ha detto il presidente della Regione - tra definanziamento e ricentralizzazioni, la Calabria rischia di perdere allincirca 4 miliardi di euro di finanziamenti nazionali e comunitari, in parte sul Por 2000-2006 ed in parte sul Por 2007-2013. Non siamo stati per inerti ed abbiamo reagito energicamente nella Conferenza Stato-Regioni, tanto che le nostre elaborazioni e le nostre analisi sono state assunte dallintera Conferenza. necessario quindi una maggiore consapevolezza collettiva dei guasti profondi che la manovra triennale di Berlusconi-Tremonti pu determinare al Sud italiano e soprattutto alla Calabria.



news

23-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news