LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VOLTERRA. Appello per la torre di Luppiano. Il prof Caciagli chiede lintervento della Sovrintendenza
MERCOLED, 20 AGOSTO 2008 IL TIRRENO - Cecina





La polemica sulle ristrutturazioni effettuate sul castelletto di Luppiano, nel cuore della campagna volterrana, non si ferma. Autorizzati dalla Sovrintendenza, i lavori proseguono. Ma alcuni studiosi temono che i lavori provochino una grave alterazione del nucleo originario del castello. Cos la pensa il professor Costantino Caciagli, studioso di architettura volterrana, coordinatore del Laboratorio Universitario Volterrano e docente allUniversit di Pisa.
Per il professor Caciagli, nella ristrutturazione c un errore di fondo, che deriva dalla scelta di alzare la torre medievale di circa otto metri. Non si pu pensare che le torri nelle campagne debbano essere alte come quelle urbane, n che siano soprelevabili ad libitum.
Non solo. I materiali lapidei a cubetti, impacchettati a metro cubo - continua Caciagli - lasciano trasparire una mancanza di sensibilit culturale, la ristrutturazione nasce solo dallinteresse e rischia di violare la costruzione originaria. Lequilibrio armonico del nucleo testimoniato anche dalle pi vecchie foto a disposizione, che risalgono ai primi anni sessanta. Pur avendo subito modificazioni nei secoli, adesso sono profondamente alterati tutti i rapporti di luogo, di equilibrio, paesaggio.
Il docente lancia la proposta: Ogni volta che si interviene su un bene storico di simile importanza, la torre nel caso particolare, ci dovrebbe essere un avviso pubblico che spieghi cosa si vuole fare, e un dibattito aperto a tutti.
Il piano Samon prevedeva il solo recupero conservativo della struttura, in particolare della torre, gi coperta in sommit con ineguagliabile misura - prosegue Caciagli -. In questo modo non si rispetta un piano gi approvato dal Comune.
Gli interventi in effetti pare siano andati oltre. Perch non si doveva intervenire in questo modo? Perch questa non unopera di restauro ma un falso, creato su presupposti arbitrari - - insiste Caciagli - e questa tecnica sta mettendo a rischio i delicati equilibri di Luppiano e del sito. Se replicata, pu mettere a repentaglio lidentit di altri minori e maggiori luoghi nel volterrano. Spesso questo accaduto anche con la trasformazione di vecchi poderi.
Amaro il giudizio conclusivo: Non si riesce nemmeno a conservare con dignit quello che la storia ci ha lasciato. Il docente ritiene che solo un intervento deciso della Soprintendenza possa veramente restaurare la torre. La Sovrintendenza non dovrebbe esimersi dallintervenire in questo difficile caso. Da oltre cinquanta anni limmagine percepita, il paesaggio concreto di Luppiano non quello che viene imposto con la ristrutturazione: assurdo modificare rapporti ambientali e storici. E con tutti i consensi formali richiesti. Chiude Caciagli: Dubito che gli attori di questo fatto si siano mai chiesti che cosa avrebbero pensato i cittadini. Non ho visto un precedente simile a Volterra da molto pi di cinquanta anni.
Marco Buselli



news

24-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news