LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PROVINCIA DI COMO: Ennesimo rinvio per il piano di recupero dell'area della vecchia Ticosa
Gisella Roncoroni
01/08/2008 PROVINCIA DI COMO


Ennesimo rinvio per il piano di recupero dell'area della vecchia Ticosa. Il cosiddetto "piano integrato di intervento" (in pratica l'esatta collocazione degli edifici, le altezze e tutti i dettagli) non solo non arriver in consiglio comunale prima di settembre, ma nemmeno in giunta. In pratica con un ritardo di oltre un anno. La conferma arrivata nelle ultime ore nei corridoi e nei salotti della politica.
In pratica ad oggi il piano non ancora pronto nei dettagli e ne esiste una bozza non ancora consegnata ufficialmente. Comunque il documento, prima di arrivare sul tavolo della giunta, dovr passare dal gruppo consigliare di Forza Italia (si parla nella prima settimana di settembre) e, prevedibilmente, anche An, Lega Nord e Udc chiederanno la stessa cosa.
Calendario alla mano significa che il testo, nella migliore delle ipotesi, andr in discussione in giunta dopo la met di settembre. Poi dovr passare in commissione Urbanistica e, da l, in aula per la prima adozione. Per chiudere la pratica, una volta adottato il piano (con allegata la convenzione che stabilisce le quote, gli oneri, gli obblighi, ecc.) sar necessario aspettare 15 giorni per la pubblicazione, poi 45 giorni di osservazioni e, solo allora si torner in aula per l'approvazione definitiva che coincider con l'incasso dei 14 milioni ancora mancanti.
Sul piano dei tempi vuol dire che si arriver, salvo imprevisti, a Natale per il via libera definitivo.
Il sindaco Stefano Bruni poco prima delle elezioni del maggio 2007 aveva inserito l'adozione e l'approvazione definitiva del piano integrato di intervento per la Ticosa nei primi cento giorni. Un anno dopo, alla fine dello scorso maggio, aveva assicurato che nel giro di quindici giorni massimo la procedura sar riavviata con il deposito del Pii e quindi l'avvio dell'iter per la sua approvazione e che il Pii arriver per l'adozione in consiglio prima dell'estate. L'ulteriore rinvio dell'incasso dei 14 milioni di euro apre una voragine nel bilancio di Palazzo Cernezzi, costruito facendo affidamento sull'entrata straordinaria proveniente dalla vendita della ex fabbrica tessile.
Oltre alla questione progetto c' il capitolo, tutt'altro che semplice, della bonifica del sottosuolo. Da quanto si apprende l'esito delle analisi aggiuntive sull'acqua di falda nella zona circostante sarebbe di inquinamento limitato, mentre nell'area sottostante alla tintostamperia le soglie degli inquinanti sarebbero molto alte. Questo significa che il Comune dovr procedere con un piano di bonifica straordinario per il quale, al momento, non sono noti n tempi n costi. Il vertice annullato la settimana scorsa per l'assenza delle analisi e rinviato a questa settimana, da quanto trapela dagli Enti preposti, non stato nemmeno convocato. Insomma, la questione sembra essere pi complicata del previsto e la societ italo-olandese Multidevelopment (che si aggiudicata la gara per l'acquisto dei 41.800 mq di via Grandi) ha gi fatto sapere che depositer il Piano integrato di intervento solo quando sar predisposto formalmente il progetto di bonifica.







news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news