LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PIEMONTE - BRA - Il ministero vuol sapere quali sono i gioielli in citt
16/7/2008 Sezione: Cuneo La Stampa



nche i braidesi sono consapevoli di avere nella propria citt gioielli artistici e architettonici, forse troppo spesso non considerati. Ora l'Amministrazione comunale ha stilato una lista con oltre cinquanta immobili da inserire nel protocollo d'intesa tra il Comune e il ministero per i Beni e le attivit culturali, allo scopo di verificarne l'interesse culturale, come previsto dal Codice dei beni culturali e del paesaggio. La giunta ha deliberato la lista di strutture di propriet comunale che hanno pi di cinquant'anni. Variegato e curioso l'elenco: si va dagli storici palazzo Mathis e Traversa a strutture come i tre cimiteri (Bra, Bandito, Pollenzo), agli ex bagni pubblici di piazza Valfr. In base al protocollo, obbligo del comune fornire alla Direzione regionale del ministero schede descrittive dettagliate su ogni immobile, corredate di materiale fotografico. Ogni immobile o porzione di esso, passer al vaglio del ministero per di verificarne l'interesse culturale. Il provvedimento nasce soprattutto da una disposizione del Codice Urbani: Le cose appartenenti a Stato, Regioni, enti locali, istituti pubblici o anche privati senza fine di lucro, che siano opera di autore non pi vivente e la cui esecuzione risalga a oltre cinquant'anni, non possono essere sdemanializzate prima che il ministero, tramite le competenti soprintendenze, si sia pronunciato sul loro valore culturale e che esse diventino alienabili solo qualora la verifica abbia dato un esito negativo.
Resteranno sorpresi i braidesi nel leggere l'elenco e soprattutto verr spontanea una domanda: cosa ci pu essere di valore culturale in immobili come l'attuale bar Giolitti o il palazzetto dello sport? Molto pi convincenti il barocco palazzo Mathis che ha visto un'importante opera di ristrutturazione tra il 2004 e il 2007 o al Palazzo comunale, edificio di fondazione medioevale che deve il suo aspetto attuale all'intervento dell'architetto Bernardo Antonio Vittone nel '700. Colpisce anche l'Ala di corso Garibaldi, realizzato nel 1858 e che ha sempre ospitato importanti luoghi di commercio e di ritrovo cittadino. Ancora oggi sotto l'Ala ha sede parte del mercato del venerd. Palazzo Traversa, il cui nucleo originario risale alla met del XV, la Zizzola, costruita nel 1840 sulla sommit del pi alto colle braidese, Monteguglielmo, con la sua caratteristica costruzione a pianta ottagonale, divenuta simbolo della citt. Il Teatro Politeama che ha visto l'inaugurazione il 1 settembre 1900 con la rappresentazione del Rigoletto di Verdi: questi gli immobili con un chiaro valore culturale e storico.
Tanti degli immobili censiti hanno cambiato nel corso degli anni la destinazione d'uso: l'ex caserma di Largo della Resistenza diventata il centro polifunzionale Giovanni Arpino con annessa biblioteca civica. I bagni pubblici di piazza Valfr sono ora sede del Centro di igiene mentale, la caserma Trevisan di via Montegrappa ora sede della scuola primaria Edoardo Mosca. fine:MRIQUA



http://www.lastampa.it/search/articolo.asp?IDarticolo=1836698&sezione=Cuneo


news

03-07-2015
RASSEGNA STAMPA: aggiornata al giorno 03/07/2015

01-07-2015
Un intervento di Carlo Pavolini dal titolo: Valore d'uso e valore di scambio nei beni culturali

01-07-2015
ICOM: Assemblea dei Soci e Conferenza pubblica "Dai Poli ai Sistemi museali regionali"

01-07-2015
Legambiente: pubblicato il Rapporto Ecomafie

30-06-2015
Silenzio-assenso in materia di tutela. Lettera di Giuliano Volpe al ministro Franceschini sul dl Madia

30-06-2015
Dal 2016 scuola internazionale del Mibact

24-06-2015
Comunicato ANAI sulla liberalizzazione delle riprese fotografiche a scopo di studio

20-06-2015
Dagli studenti di storia dell'arte di Torino: Diteci, per piacere, che tutto uno scherzo La deprimente Garden Library

19-06-2015
Intervento di Claudio Ciociola sulle riproduzioni di documenti negli archivi e nelle biblioteche

13-06-2015
Allarme del Comitato per la Bellezza. La Provincia di Bolzano riapre alla caccia il Parco Nazionale dello Stelvio

13-06-2015
Appello per la Cavallerizza Reale di Torino

10-06-2015
Intervista a Giuliano Volpe sul Giornale dell'Arte di giugno

01-06-2015
Gli studenti di storia dell'arte di Torino organizzano un convegno: Biblioteche d'arte. Laboratorio, patrimonio e bene comune

01-06-2015
Lettera al ministro Franceschini contro la deriva delle mostre 'd'arte'

29-05-2015
INTERVENTO di Fulvio Cervini sulle prossime elezioni regionali in Liguria

29-05-2015
Nella sezione Interventi e recensioni un contributo di Vezio De Lucia sull'Appia antica

25-05-2015
www.appealforlibya.com: in protezione del patrimonio archeologico libico

24-05-2015
Interrogazione parlamentare al ministro Franceschini sulla libera riproduzione di fonti documentarie di archivi e biblioteche

24-05-2015
Assotecnini: lettera al Ministro Franceschini sulla copertura assicurativa dei funzionari tecnici

20-05-2015
Appello a Mattarella: I Parchi italiani, una crisi drammatica di sopravvivenza (con le firme aggiornate al 20 maggio)

17-05-2015
Segnalazioni: l'insegnamento della storia dell'arte nella scuola

13-05-2015
Contro il prestito di opere di Nicola e Giovanni Pisano e di Masaccio allExpo

06-05-2015
FIRENZE - Opificio delle Pietre Dure, addio!

05-05-2015
BOLOGNA -ICOM: giornata di studio - LA LOGISTICA IN EMERGENZA NEI MUSEI

04-05-2015
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi: Una piramide all'Expo

27-04-2015
VENARIA REALE - L'unione fa il restauro: le opere di Mirandola recuperate dopo il sisma del 2012

20-04-2015
Dal blog di Giuliano Volpe: Un piano strategico per lArea Archeologica di Roma

16-04-2015
In "The Art Newspaper" articolo di Martin Bailey sulle recenti distruzioni in Iraq

15-04-2015
Ricerca storica e libert di scatto: gli esiti della petizione

13-04-2015
Nella sezione Interventi e recensioni pubblichiamo un contributo di Carlo Pavolini sulla situazione delle Soprintendenze

Archivio news