LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

UDINE - Bocciodromo pronto, parcheggio no
23 LUGLIO 2008, IL GAZZETTINO


Il Comune: impianto finito a inizio autunno. Ma per i 270 posti auto bisogner aspettare il 2009

Secondo le ultime previsioni note, il bocciodromo di Cussignacco firmato Valle da 2,3 milioni di euro doveva essere pronto gi per questa primavera. Ma, complici i ritardi connaturati a qualsiasi opera pubblica da che mondo mondo, sar operativo per l'inizio dell'autunno, come ha annunciato ieri il sindaco Furio Honsell. Ossia, fra settembre e ottobre. Ma l'impianto sar ancora "monco" del suo parcheggio, che non vedr la luce prima della primavera 2009. Le ragioni affondano in una storia infinita. Perch lo Studio Valle, che ha curato la progettazione dell'impianto da 400 posti (avviata dal grande architetto Gino Valle e poi completata dal figlio Pietro e da Elena Carlini), il parcheggio l'aveva inserito nel disegno del bocciodromo. Poi, per, i soldi per realizzarlo (di soli lavori costerebbe circa 650mila euro secondo i dati riportati nei siti specializzati) non c'erano e si decise di posporre l'opera, con una nuova gara per progettazione e direzione lavori, vinta proprio dallo Studio Valle. Ieri la giunta ha stabilito un aumento di spesa di 30mila euro per il bocciodromo (il totale sale quindi a 2,354 milioni) proprio per finanziare gli espropri necessari a realizzare il park e la viabilit interna. Il progetto preliminare dei 270-280 posti auto dovrebbe essere consegnato dopo ferragosto: fatto l'esecutivo, in autunno potrebbe scattare l'appalto. Fatti due conti, sar pronto per la primavera 2009, ha spiegato l'assessore Enrico Pizza. A bocce si pu giocare lo stesso, per, anche senza park. Ma c' una seconda sorpresa per Cussignacco. Il progetto del parcheggio dell'impianto sar collegato a quello dei marciapiedi di via Padova - ha chiarito Pizza -. Il bocciodromo ha 400 posti e per legge dovrebbe avere 200 posti. Ne avr circa 270 e potr servire quindi sia l'area sportiva sia il quartiere. Pertanto, la giunta ha fatto scomparire dal bilancio il secondo park previsto a Cussignacco, quello d'ingresso al campo sportivo, che sarebbe costato 217mila euro.Sia come sia, il vicepresidente della Pentabocce (il "team" di bocciofile costruito per gestire l'impianto) Sergio Balzano, esprime dei dubbi sul fatto che in autunno ci si possa gi giocare. E mica per i posteggi. Ancora mancano tutti gli arredi. Dovevamo vederci gi questa settimana in Comune per discuterne. Sono passati quasi quattro anni dall'avvio dei lavori. Se siamo felici che ora si avvicini il taglio del nastro? Non credo che per settembre l'impianto potr essere inaugurato. Ancora non siamo contenti perch non sappiamo quando aprir: da quanto mi hanno detto, prima di fine anno non se ne parla, dice Balzano. Che, ovviamente, spera di sbagliarsi. L'assessore allo Sport Kristian Franzil assicura che i fondi per gli arredi non sono un problema. Senza quelli, per, l'impianto (di classe "A") non potr essere omologato. Nel bocciodromo dovranno entrare 400 seggiolini per gli spalti, 70 sedie per l'auditorium, gli arredi per spogliatoi e bar, oltre a quelli per i tre uffici del comitato regionale e provinciale Fib e di Pentabocce.Vorremmo sapere - conclude Balzano - come ci daranno in gestione la struttura. Abbiamo fatto un documento come "Pentabocce", con cui ci siamo impegnati a sovrintendere all'impianto, ma, visto che l'amministrazione cambiata, va capito quali sono le condizioni.Camilla De Mori


Edizione del 23/7



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news