LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PIEMONTE - Da Venaria a San Pietroburgo per salvare la reggia di Caterina
MARINA PAGLIERI
GIOVED, 17 LUGLIO 2008 LA REPUBBLICA Pagina XI - Torino

Torinesi i restauratori di Tsarskoe Selo

Esperienza e nuove tecnologie: cos sapremo recuperare le preziose dorature e gli stucchi del palazzo della zarina


Si parla torinese nelle splendide sale del Palazzo di Caterina, la reggia pi amata dai russi, situata a Tsarskoe Selo, a mezzora da San Pietroburgo. Arrivano infatti dalla citt della Mole, ma anche della reggia di Venaria, Carlo Enrico Terzano e Carla Alessandria, presidente e vicepresidente della Prorestauro, associazione che riunisce una cinquantina di aziende italiane specializzate in conservazione dei beni culturali. Sono una decina, con 15 operatori, quelle coinvolte ora in unavventura che anche una scommessa. Condurre unindagine metodologica e una campionatura per indicare la strada al recupero degli apparati decorativi del palazzo, che dovr essere pronto nel 2010 e per cui previsto un investimento di sessanta milioni di euro.
Una sorpresa per la presidente regionale Mercedes Bresso, nei giorni scorsi a San Pietroburgo in occasione del premio Grinzane Ermitage e in visita alla residenza della zarina, incontrare nelle sale progettate dallarchitetto barocco Bartolomeo Rastrelli (tra queste la celeberrima Sala dAmbra, trafugata dai nazisti, ricreata dopo 23 anni di lavoro e inaugurata nel 2003, per i 300 anni della fondazione di San Pietroburgo) alcuni restauratori conterranei. Ad accogliere lei e gli altri ospiti piemontesi, il vicedirettore della reggia Viktor Rosov, che ha organizzato un brindisi tra gli stucchi e le colonne degli sfarzosi saloni, ora barocchi e ora neoclassici, e inneggiato a una collaborazione con gli italiani iniziata nel 700, ma che prosegue tuttora, tanto che ci siamo rivolti allamministrazione del Piemonte per avere una consulenza per i nostri restauri, e in particolare per la doratura delle decorazioni.
Perch soprattutto questo il punto: in passato si esagerava con loro, per ostentare ricchezza e potere, poi si sono accorti anche i russi che quello sberluccichio eccessivo ed opportuno uniformarsi a standard estetici europei - dice Terzano, che ha lavorato e fatto pratica tra laltro nel cantiere di Venaria - La nostra idea di proporre di patinare la foglia doro, per conferire un aspetto invecchiato, secondo criteri filologici. La posta in gioco alta, tanto pi che il presidente Putin, che stravede per la sua citt natale, ha regalato gi nel 2004 i lingotti doro necessari per la ridoratura delle decorazioni della reggia, uno dei punti pi delicati dellintervento.
Una storia con un futuro davanti quella dei restauratori torinesi (se il loro studio metodologico verr approvato, avranno buone probabilit di vincere la gara dappalto per lesecuzione dei lavori) che ha preso il via solo due anni fa. Nel 2006 siamo arrivati in Russia con un programma dellIce, lIstituto per il Commercio Estero, per partecipare al restauro della porta di pietra monumentale della Fortezza di Pietro e Paolo, il primo edificio importante costruito a San Pietroburgo - continua Terzano - Ci sono stati poi contatti con la soprintendente ai beni culturali della citt, Vera Dementeva, che venuta in Italia lo scorso ottobre e ha visitato la reggia di Venaria, accompagnata dal direttore dei lavori e collega Francesco Pernice.
Le cose poi sono andate avanti, si approdati a una convenzione tra la Prorestauro e lUnione dei Restauratori di San Pietroburgo, per ospitare presso le imprese italiane giovani russi. Sono previsti stage formativi, per facilitare i quali esiste limpegno dellAmbasciata dItalia a Mosca (un protocollo dintesa stato invece siglato nei giorni scorsi tra Regione Piemonte e distretto di San Pietroburgo, per scambi nello stesso settore e in particolare tra i restauratori che lavorano per lErmitage e il Centro di Venaria). Risale allo scorso novembre il sopralluogo del presidente della Prorestauro e dei suoi collaboratori nella reggia di Tsarskoe Selo, per prendere contatti in vista dellaffidamento dello studio: Abbiamo fatto presente che ci voleva unindagine di tipo scientifico, che loro hanno commissionato a una societ di San Pietroburgo e a noi. la prima volta per unimpresa italiana, ci hanno dato praticamente carta bianca, sono consapevoli di essere in questo settore pi indietro di noi.
Allarchitetto Carla Alessandria il compito di progettare lintervento di risanamento, in vista del ripristino e della resa estetica delledificio: Si sta procedendo al momento al rilievo con scanner tridimensionale della reggia, anche qui in Russia iniziano ad arrivare le metodologie pi avanzate, ma manca ancora la capacit di interpretare i dati. un intervento questo in cui i russi credono molto, non tanto per la promozione turistica, che a loro interessa relativamente poco, quanto per la valorizzazione di un capitale culturale e di unidentit nazionale in cui larchitettura del 700 gioca un ruolo molto importante.



news

25-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news