LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA Ecomostro in paradiso sfida il Pan di Zucchero
Elena Laudante
Il Sardegna, 16 giugno 2008

Tra Nebida e il faraglione c' una colonna di cemento alta sei piani: scheletro d'albergo sospeso su una valle autorizzato, inizialmente, come villetta. Indaga la magistratura. Il comune di Iglesias in imbarazzo: "Avremmo voluto abbatterlo".

Il verde e il rosso dei cespugli di lentisco non stemperano il colpo d'occhio. Passare per Nebida non genera solo l' impatto struggente con il Pan di Zucchero. Lo sguardo costretto ad imbattersi in una colonna di cemento alta 23 metri, albergo fermo a met: uno scheletro di mattoni annichilito dai sigilli giudiziari, nel bel mezzo di un'insenatura quasi vergine che si butta a mare. L' aspirante hotel sfida il faraglione bianco che guarda Masua. Sono fermi ormai da tempo i lavori per realizzare quello che in altri posti d'Italia buttano gi a colpi di tritolo. A Nebida, il comune di Iglesias ha autorizzato un'opera "ricettiva" che, complice l'effetto ottico, sprofonda nel paradiso di mirto, pini e cactus. Nel tempo, l'amministrazione lo ha innaffiato con varianti per aumentarne le volumetrie, e adesso c' l' ha come sospeso a mezz'aria: una rogna in pi da sbrigare. Ancor prima che arrivasse l'inchiesta e il sequestro di marzo per mano del nucleo investigativo di polizia forestale di Iglesias, era stato lo stesso proprietario del mostruoso palazzo, Dario Locci, amministratore della Porto Flavia Srl, a bloccare il cantiere. Da vico "Pan di Zucchero", subito dopo la stazione dei Carabinieri, la discesa sterrata tra ibiscus e fichi d'india conduce ad un'abitazione di due piani che ha davanti a s una gigantesca gru verde, col braccio a copertura di un palazzo di sei piani. Sei piani pi due sotterranei, per 6.500 metri cubi. Tra la vegetazione del Parco geominerario, quella un'enclave urbanizzata. E dire che la prima concessione edilizia era stata rilasciata nel 2000 per una villetta plurifamiliare: si poteva fare, dal 1980 il litorale di Nebida, tra i pi belli dell'intera Sardegna, zona "B" residenziale. Per spruzzare cemento qua e l non c' bisogno dei nulla osta dell'Ufficio regionale che tutela le coste, e il Piano paesaggistico qui pu poco o nulla. Dunque, la licenza per costruire sul picco a poche centinaia di metri dal Pan di Zucchero, viene rilasciata al figlio dell'attuale proprietario, Vincenzo Locci, di Domusnovas, attivo nel campo edile. Scavate e realizzate le fondamenta, Locci cede l'autorizzazione alla ditta Porto Flavia di cui amministratore il padre, e chiede al comune di poter realizzare un hotel. Sindaco Paolo Collu (centrodestra) e capo ufficio tecnico Lamberto Tomasi, nel 2003 il consiglio comunale vota una delibera per gonfiare il cemento e dare l'ok ad una struttura turistica. Da 9 metri d'altezza, il palazzo che sfida il Pan di Zucchero passa a circa 18 metri, che dal mare diventano 23 a causa del dislivello. Ma il limite imposto da una vecchia normativa (il decreto Floris) ne tollera solo 15. Di qui l'esposto dell'allora consigliere d'opposizione Remigio Cabras (ex Margherita) e del Gruppo di intervento giuridico. Ora il gruppo edile ha chiesto una trattativa con comune e Igea, proprietaria dell'intera vallata di pini e lentischi. I Locci propongono di abbattere due dei sei piani per comprare un pezzo di vallata ex mineraria e spalmare l le volumetrie. L' assessore all'Ambiente Carlo Saragat - giunta di centrosinistra - avrebbe voluto abbatterlo, ma dobbiamo fare i conti con la realt e i danni che ci chiederebbero. Aspettiamo la magistratura .



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news