LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - FIRENZE E ora aprire anche ai privati
Silvia Pieraccini, inter. a Patrizia Asproni Confcultura
Il Sole 24 Ore 30/06/2008

Sono passati dieci anni dalla gara che apr ai privati la gestione
delle biglietterie e dei bookshop nei musei statali fiorentini,
vinta da un`associazione temporanea di imprese guidata dalla
casa editrice Giunti, che opera col marchio Firenze Musei. Da allora Patrizia Asproni, 48 anni, origine sarda e vita fiorentina, cerca con fatica di "iniettare" lo spirito d`impresa nel settore dei beni culturali, con l`obiettivo di portare efficienza nella gestione dei flussi turistici. Passi avanti sono stati fatti, ma l`Italia resta indietro, ammonisce Asproni dalla guida di Confcultura, l`associazione aderente a Confindustria che riunisce le aziende (circa 6o) attive nella gestione dei "servizi aggiuntivi" dei musei. Finora su 450 gallerie statali italiane,
poco pi di cento hanno aperto ai privati.
Firenze rimasto un caso isolato in Toscana? S, a parte i servizi della Torre del Mangia di Siena, gestiti sempre dal raggruppamento di imprese guidato da Giunti. Ci sono stati tentativi a Pisa e Lucca, ma si sono persi per strada perch
gli investimenti privati sono stati bloccati dai vincoli normativi.
Cosa non va nelle regole? Non consentono progettualit e autonomia da parte del privato, che visto come un semplice erogatore di servizi. Per questo il mercato si subito bloccato: le imprese che gestiscono i servizi nei musei sono sempre le stesse, non ne nascono di nuove.
Neppure nella Toscana ricca di beni culturali?
Nella regione il problema rappresentato dalla rendita di posizione, e da una scarsa regolamentazione dei flussi turistici
che si concentrano in alcune aree e ne trascurano altre. Si tende
a non pensare a un apporto del privato che in quest`area avrebbe invece interesse a investire, a patto di avere un`ampia autonomia.
Dove potrebbe esprimersi la progettualit privata?
Ad esempio nel migliorare alcuni servizi al pubblico nei musei:
modulare il costo del biglietto, che oggi deciso dallo Stato, a
seconda delle fasce orarie, per incentivare l`affluenza nei periodi di "calma"; oppure introdurre biglietti-famiglia; o ancora promuovere la destagionalizzazione con biglietti ridotti nei periodi di bassa stagione o pacchetti che abbinano la visita al museo a un percorso turistico che offra cultura e risparmio.
Oggi tutto questo non si pu fare?
L`unica cosa che si pu fare aumentare il prezzo del biglietto
in occasione di mostre allestite all`interno del museo, e in questo Firenze stata pioniera grazie ad Antonio Paolucci. Ma il sovrapprezzo deve essere sempre approvato da una commissione,
che ora , per fortuna, regionale e non pi ministeriale. L`altra iniziativa che in questo periodo viene attuata in molti musei italiani l`apertura serale, che meriterebbe di essere ampliata se i privati potessero intervenire con pi libert.
Come si pu fare a stimolare i progetti privati?
La finanza di progetto un`ottima strada, cos come la concessione di valorizzazione inaugurata proprio in Toscana dall`Agenzia del Demanio. Ma per applicare il project financing ai beni culturali servono delle chiare linee guida ministeriali, che ancora non ci sono. Abbiamo aperto un tavolo di lavoro con lo staff del ministro Bondi per trovare insieme le soluzioni.
Nel 2009 scadranno le concessioni dei musei statali di Napoli,
Roma, Venezia, e anche di Firenze. Chiedete nuove gare?
Il tavolo di lavoro dovr fare in modo che il mercato si allarghi,
che nuove imprese siano invogliate a investire, con progetti
che diano impulso all`occupazione e allo sviluppo del territorio.
Il "federalismo culturale" rivendicato dalla Regione Toscana potrebbe agevolare l`apertura ai privati?
Credo che lo Stato debba mantenere la tutela e la conservazione
dei beni culturali. Ma indispensabile che dialoghi con Regioni
e enti locali per attuare piani territoriali con obiettivi comuni
di valorizzazione del patrimonio culturale.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news