LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il Festival dei Due Mondi rinasce
MICHELANGELO ZURLETTI
LUNED, 30 GIUGNO 2008 LA REPUBBLICA



Allontanato finalmente linconcludente Francis Menotti il Festival dei 2 Mondi sembra rinascere sotto la nuova direzione Ferrara. Diciamo "sembra" nonostante il programma annunciato sia un vero programma da festival perch la nuova direzione stata insediata tardi e tutto stato fatto allultimo minuto, ed noto che la fretta non una buona alleata. Ma gi il primo titolo, Padmvat, di Albert Roussel, indicativo. Roussel un compositore atipico nella Francia del primo novecento, viveva fuori da gruppi e da scuole, lunico movimento al quale lo si pu agganciare quello del neoclassicismo. E Padmvat unopera non solo rara, anche in Francia, ma anchessa atipica: non opera tradizionalmente intesa, non dramma lirico e neppure opra-ballet come pure denuncia il sottotitolo (alludendo alla massiccia presenza di pagine danzate pi che non al recupero archeologico dellantica forma secentesca) ma un po tutto questo o semplicemente un lavoro di puro intrattenimento basato su una storia indiana del trecento condita con una musica di altissima dignit artigianale. La bellissima Padmvat, moglie del principe Ratan-Sen, sottomesso dal sultano Alloudin, per sottrarsi alle foie del sultano uccide il marito e sale con lui sulla pira (con tutte le ancelle, si capisce). La coppia sar unita per sempre in cielo. La musica ha alcuni momenti memorabili, alcuni cori bellissimi e molte pagine di puro sinfonismo, una sostanziale alta tenuta, una qualit costante che consente certo di ricordare ora un autore ora laltro, contemporanei o pregressi, ma senza imitazioni n superamenti, e consente anche di cogliere pure movenze esotiche, quelle che erano di moda ma che in lui erano frutto di una vera infatuazione nata a contatto della musica indiana durante i tanti viaggi orientali. Diciamo un buon lavoro professionale con qualche punta eccellente.
Ben diretta da Emmanuel Villaume con lOrchestra Nazionale di Praga e il modesto Coro dello Chtelet e ravvivata da un nutrito gruppo di danzatori e danzatrici indiane, lopera stata presentata nellallestimento dellindiano SanjayLeela Bhansali, un allestimento che tra sete colorate, drappi, infule, gualdrappe, petali, fior di loto, tantissimo fumo e inutili passaggi di cavalli, elefanti e tigri svela un gusto pompieristico al quale siamo perfettamente estranei. Tra i protagonisti colpisce per sicurezza vocale il Bramino di Philippe Do, mentre il protagonista John Bellemer convince meno, pur apprezzando una netta crescita, anche scenica, nel secondo atto. Quanto alla bellissima, Nicole Piccolomini, fa quel che pu destreggiandosi tra unottava bassa bronzea e una alta priva di armonici. Giorgio Surian ricopre con autorevolezza il ruolo del sultano infoiato. Se il buon giorno si vede dal mattino chiaro che il Festival conosce una nuova stagione. Ed quel che occorreva.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news