LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CINEMA - E il ministro sorpreso chiam Tremonti e Letta .
Paolo Conti
Corriere della Sera 26/06/2008

ROMA - Dicono che il primo a sorprendersi ieri mattina sia stato proprio il ministro Sandro Bondi. Quando lo hanno avvisato della
rivolta di tutto il cinema italiano contro di lui - proprio quel cinema, parole sue, che cominciava a cercarlo al telefono con curiosit ha chiamato immediatamente i propri uffici e quelli del ministero dell`Economia del suo vecchio amico Giulio Tremonti. Dopo mille personali promesse, era sicuro che il sistema del tax credit non sarebbe sparito nel maxiemendamento della Finanziaria. Bondi rischiava di frantumare in un pomeriggio un`immagine politica fino al giorno prima culturalmente credibile.
I suoi pi stretti collaboratori attribuiscono la colpa all`affanno governativo degli ultimi giorni: sicurezza, intercettazioni, rifiuti: se davvero Bondi avesse deciso di inghiottire quei tagli, non si sarebbe impegnato cos esplicitamente la settimana scorsa di fronte alla commissione Cultura della Camera cos come ha fatto ieri al Senato. Per farla breve (assicurano da casa Bondi) gli uffici di Tremonti avrebbero operato in automatico lavorando con le forbici e non risparmiando nulla. Figuriamoci il cinema italiano, che per la
burocrazia del dicastero tremontiano una voce come mille altre.
Vista l`ondata di proteste (politicamente trasversale, Luca Barbareschi ieriu sava toni furiosi quasi quanto quelli dei Centoautori) Bondi si messo subito in contatto con Tremonti.
Da Palazzo Chigi si mosso anche Gianni Letta, uomo sensibilissimo alla tematica (forse anche perch suo figlio Giampaolo vicepresidente e amministratore delegato di Medusa film). Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio ha riparlato sia con Bondi che con Tremonti. Bondi lo ha avvertito, cos come ha avvertito il ministro dell`Economia: Ripristinare quelle misure fiscali davvero il minimo del minimo che possiamo fare per il cinema italiano. Stiamo attenti, perch il settore in crescita.... E in pi, avrebbe aggiunto il ministro, rischiamo di ritrovarci ostile un intero mondo culturale e produttivo che ci rappresenta nel mondo. Con un danno di immagine che fin troppo facile intuire.
Tremonti, di fronte all`asse Letta-Bondi, ha promesso che in Senato il tax credit verr ripristinato. La riprova? La dichiarazione, arrivata nel tardo pomeriggio, di Gabriella Carlucci, Pdl: Bisogna assolutamente reintrodurre la tax credit al Senato. Il cinema ha bisogno di quei soldi. Sono risorse fondamentali per il futuro e la crescita del settore cinematografico. Difficile credere a un futuro scontro
fra Tremonti e la Carlucci...



news

18-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news