LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MILANO - Il Quarto Stato torna a casa aspettando il nuovo museo
ARMANDO BESIO
GIOVED, 26 GIUGNO 2008 LA REPUBBLICA Pagina XI - Milano




Per riportarlo a casa dovranno smontare gli stipiti di una porta, su al primo piano di Villa Belgioioso, come furono costretti a fare lestate scorsa. Quando limponente dipinto, tre metri per cinque e mezzo, lasci il museo di via Palestro per la Sala delle Cariatidi a Palazzo Reale. Dove, secondo lallora assessore Vittorio Sgarbi, il capolavoro di Pellizza da Volpedo avrebbe trovato maggiore visibilit.
Una decisione mai digerita dalla direzione del museo e dallassociazione degli amici sostenitori, che oggi festeggiano il rientro del quadro - intanto trasferito anche a Roma, per la grande mostra sullOttocento chiusa nei giorni scorsi alle Scuderie del Quirinale - con una giornata di festa: apertura straordinaria dalle 9 alle 22, conferenza di Aurora Scotti alle 17.30, proiezione del video Pellizza e il suo tempo alle 18.30 e alle 21.30.
Una festa anche scaramantica, nella speranza che il quadro non si muova pi. Il Quarto Stato, infatti, stato gi destinato - salvo ripensamenti - al nuovo Museo del 900 che dovrebbe essere inaugurato tra un paio danni (i lavori sono in corso) allArengario di piazza Duomo. Oggi, a Villa Belgioioso, chiude un percorso tutto dedicato allOttocento. Domani, allArengario, aprirebbe il secolo nuovo. I sostenitori di entrambe le scelte hanno ottime ragioni. Ma nessuno possiede la parola definitiva. Perch il Quarto Stato - icona politica oltre che opera darte, e per questo da sempre popolarissimo - si colloca proprio allincrocio tra i due secoli, abitando entrambi.
Pellizza inizi a dipingerlo nel 1898. Per finirlo, tra prove e ripensamenti (una tela preparatoria, la Fiumana dei lavoratori, a Brera) solo nel 1901. Moderna la tecnica, divisionista. Moderno il soggetto: una manifestazione di contadini di Volpedo, il passe natale del pittore, nellAlessandrino. Antica limpostazione delle figure, che guarda alla scultura classica e della pittura rinascimentale.
Esposto la prima volta alla Quadriennale di Torino nel 1902, ebbe scarso successo. Fu ammiratissimo, invece, ventanni dopo a Milano, quando dopo averlo visto alla galleria Pesaro il consigliere comunale socialista Fausto Costa e il sovrintendente delle civiche raccolte Guido Marangoni lanciarono una sottoscrizione pubblica per lacquisto. Subito esposto al Castello, retrocesso nei depositi durante il fascismo, esibito nel dopoguerra in sala giunta a Palazzo Marino, approd finalmente alla Galleria darte moderna, oggi ribattezzata Museo dellOttocento. Un museo bellissimo, ma disertato dai milanesi e ignoto ai turisti. Non aveva torto Sgarbi quando decise di trasferirlo. Chi oggi vorrebbe tenerlo nel museo di via Palestro, dovrebbe per pensare anche a promuoverlo meglio.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news