LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Napoli-Pompei, il ministero sblocca la Soprintendenza
Carlo Avvisati
Il Mattino 24/06/2008

Nessun problema: la nuova Soprintendenza archeologica speciale Napoli-Pompei pu legalmente funzionare anche con il vecchio consiglio di amministrazione. Lok arrivato dal segretario generale del Ministero per i beni culturali, Giuseppe Proietti, che ha accolto favorevolmente - sottolineano dagli uffici dellArcheologico - la proposta della stessa Soprintendenza di considerare efficace anche per il nuovo ufficio il consiglio damministrazione della cessata Soprintendenza archeologica di Pompei. Pertanto, lorganismo che per tutti questi anni ha retto le sorti della Soprintendenza autonoma di Pompei e che era costituito dal soprintendente Pietro Giovanni Guzzo, dal direttore dei servizi amministrativi Carmela Piemontino e dal funzionario pi anziano in servizio, larchitetto Maria Grazia del Greco, legittimato a operare per quello che gli compete anche per il territorio dellex soprintendenza di Napoli, aggregato a quello pompeiano dal decreto Rutelli del dicembre scorso. Resta esclusa la figura del manager, che era sparita dal primo gennaio 2008 proprio in virt della riorganizzazione. Dunque, non pi limitazione per una tra le aree archeologiche pi importanti in assoluto, che in questo primo semestre si era ritrovata letteralmente ingessata e costretta a lavorare solo con lordinaria amministrazione. Mentre da Baia a Napoli, a Ercolano, a Pompei, a Stabiae, di ordinario c poco o niente. A partire dai problemi con i custodi e le maestranze, per giungere alla manutenzione dei siti, alla programmazione, alla gestione amministrativa. Non ultime le problematiche che alla nuova creatura deriveranno dallaccorpamento, con gli uffici doppioni destinati a sparire e, di conseguenza, con lo smembramento delle competenze formatesi in questo trentennio: la Soprintendenza di Pompei nacque nel 1980 da una costola di quella di Napoli. Sullautorevole indicazione del segretario Proietti - spiega Guzzo - si gi al lavoro per una prossima riunione dello stesso consiglio damministrazione con allordine gli indirizzi di spesa e le decisioni strategiche. Da subito, difatti, deve essere impostato il nuovo ufficio che tra i compiti avr quello di assegnare le competenze al personale, determinare un nuovo organigramma, studiare le programmazioni precedenti delle due soprintendenze. In buona sostanza si tratter di capire quali saranno le nuove disponibilit finanziarie. Perch se vero, com vero, che nei due ultimi mesi c stato un crollo degli ingressi nei siti archeologici, come denunciato dallo stesso soprintendente Guzzo, con conseguente diminuzione delle entrate, la nuova Soprintendenza si potrebbe ritrovare con un bilancio negativo rispetto alle annate passate, con obiettive difficolt a poter provvedere alla gestione globale dei siti. E - dice Guzzo - sar appunto circa le disponibilit finanziarie che dovremo andare a vedere in concreto cosa abbiamo e come programmare.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news